Acireale: sequestrate macchinette videopoker

ACIREALE 28 Aprile 2010 – I militari della Guardia di finanza acesi, da sempre specializzati nel contrasto al gioco d’azzardo e alle scommesse clandestine, hanno sottoposto a sequestro 14 macchinette videopoker riproducenti giochi d’azzardo.
Sono stati denunciati 7 gestori di vari esercizi commerciali per violazioni penali, riguardanti il gioco d’azzardo, e amministrative, per il mancato rispetto della normativa in materia di monopoli statali.
In particolare in uno degli esercizi controllati sono stati sequestrati anche 73 pacchetti di sigarette vendute senza le prescritte autorizzazioni dei Monopoli e pertanto è stata richiesta all’AAMS la chiusura dell’attività abusiva.
In un altro caso, i finanzieri hanno scoperto un nuovo meccanismo di frode.
In una sala giochi sono stati rinvenuti numerosi congegni spenti e con la spina staccata per non insospettire i controlli delle Forze dell’ordine.
L’alimentatore visibile a occhio nudo era in realtà fittizio; infatti l’alimentazione delle apparecchiature avveniva mediante piastre metalliche fissate alla parete del locale, e collegate all’impianto elettrico, le quali facevano contatto con apposite parti metalliche del videogioco che trasmettevano la corrente elettrica necessaria per l’alimentazione della macchina.
Con questo ingegnoso metodo, una volta staccata la corrente elettrica all’ingresso dei controllori, sarebbe stato normale pensare che le apparecchiature tenute dal gestore, e riportante un’insegna di malfunzionamento, fossero tutte in disuso.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.