Comuni in prima linea per i Maro'

ROSOLINI (SR) 06 Febbraio 2014 – Il comune di Rosolini, in provincia di Siracusa, ha lanciato un’iniziativa per sollecitare un arbitrato internazionale sul caso dei maro’, a cui si stanno accordando una trentina di altri comuni italiani. Nella delibera si sollecita l’interessamento del governo, dei Paesi membri Ue, della Commissione e del Parlamento europeo, oltreche’ di Usa e Nazioni Unite per avviare la procedura di arbitrato internazionale prevista dalla Convenzione Onu sul diritto del mare. L’ex ministro degli Esteri, Giulio Terzi, che da oltre un anno sottolinea l’importanza di sostenere la ‘battaglia’ in sede internazionale “con maggiore decisione”, definisce l’iniziativa “eccellente”: “Sta avendo”, ha riferito, “una eco significativa dal momento che in sole poche ore gia’ 30 altri Comuni hanno avviato le pratiche per approvare un analogo documento, con un interesse crescente anche sui social media”. La delibera, scaricabile dalla homepage del comune alla pagina www.comune.rosolini.sr.it, per Terzi e’ “un’indicativa ed eloquente prova – semmai ve ne fosse stata necessita’ – della sensibilita’ e dell’attenzione con la quale milioni di italiani seguono la ‘questione maro” e la gestione da parte del nostro Paese di questa controversia con l’India. Sembra cosi’ confermarsi un dato significativo: ampi strati della societa’ italiana hanno acquisito consapevolezza che la vicenda non e’ per nulla secondaria nella definizione della nostra politica estera”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.