Fucilieri di Marina: Latorre resta in Italia fino al termine del procedimento arbitrale

Salvatore Girone e Massimiliano LatorreRoma 28 settembre 2016 – Il Fuciliere di Marina Massimiliano Latorre resterà in Italia. La Farnesina ha accolto con soddisfazione la decisione odierna della Corte Suprema indiana che ha esteso a Latorre, come richiesto dall’Italia, il diritto a restare in patria fino alla conclusione del procedimento arbitrale.

“La Corte suprema indiana ha deciso oggi in coerenza con la decisione del Tribunale internazionale”,  ha twittato il Ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni. Si tratta di un passaggio importante che riconosce l’impegno intrapreso dal Governo italiano con il ricorso all’arbitrato internazionale per fare valere le ragioni dei nostri due Fucilieri di Marina. Con identico impegno l’Italia affronterà i prossimi passaggi del procedimento arbitrale, che entra ora nel merito del caso della Enrica Lexie.

L’India ha così applicato anche a Latorre la decisione resa il 29 aprile scorso dal Tribunale arbitrale istituito a L’Aja, che si era espresso in tale senso con riferimento al Fuciliere di Marina Salvatore Girone.

“Felici che anche il Latorre possa attendere in Italia la sentenza – ha dichiarato il Ministro della Difesa Roberta Pinotti in un twitter – la strategia del Governo è quella giusta”.

E sulla pagina Facebook di Massimiliano Latore oggi un bel cuore campeggia nel post in alto e, poco sotto, un messaggio di grande gioia condiviso con coloro che in tutti questi anni hanno sostenuto la causa dei Marò: “Felici di questa splendida notizia ringraziamo tutti Voi che sempre ci avete sostenuto con affetto ed umanità dandoci la forza per affrontare difficili momentie la determinazione per andare avanti a testa alta – si legge nel post di Latorre – ora possiamo tirare il fiato ed affrontare una nuova fase che auspichiamo conduca alla verità”.