Archivi categoria: Copertina

Operazione "Call Center"

DICIASSETTE ORIDINANZE DI CUSTODIA CAUTELARE IN CARCERE ESEGUITE DAI CARABINIERI DELLA COMPAGNIA DI MODICA

OPERAZIONE CALL CENTER Modica venerdì 20 novembre 2009 – Dalle prime ore del mattino i Carabinieri della Compagnia di Modica (provincia di Ragusa), al comando del Cap. Alessandro Loddo, supportati da unità cinofile del Nucleo Cinofili di Palermo, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Catania, per richiesta della Procura Distrettuale Antimafia etnea, nei confronti di 17 persone ritenute responsabili del reato di spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Continua a leggere Operazione "Call Center"

Operazione “Call Center”

DICIASSETTE ORIDINANZE DI CUSTODIA CAUTELARE IN CARCERE ESEGUITE DAI CARABINIERI DELLA COMPAGNIA DI MODICA

OPERAZIONE CALL CENTER Modica venerdì 20 novembre 2009 – Dalle prime ore del mattino i Carabinieri della Compagnia di Modica (provincia di Ragusa), al comando del Cap. Alessandro Loddo, supportati da unità cinofile del Nucleo Cinofili di Palermo, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Catania, per richiesta della Procura Distrettuale Antimafia etnea, nei confronti di 17 persone ritenute responsabili del reato di spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Continua a leggere Operazione “Call Center”

Cronache da un mediacamp

mediacamp perugia intervento carmela modica su second life e mondi virtuali Lo scorso 5 Aprile si è svolto nel capoluogo umbro l’evento “mediacamp”, a chiusura del Festival Internazionale del Giornalismo.
Di seguito un ottimo riepilogo della giornata del Mediacamp Perugia curata da Andrea Fama per LSDI.

******
Ma veniamo al vivo di questa giornata finale, cercando innanzitutto di capire cos’è un MediaCamp, ovvero una conferenza informale basata su una forte interazione tra oratori e pubblico, i cui ruoli si alternano e si sovrappongono nel tentativo di instaurare un dialogo aperto ed orizzontale, pronto ad accogliere e a far fruttare idee, esperienze e contributi provenienti dalle realtà più disparate.

Ed infatti il programma in carnet per questa domenica si presenta decisamente ricco, con una scaletta di interventi variegata ed interessante, a dimostrazione che certo mondo dell’informazione è più che mai vivo e partecipativo, grazie all’energia e all’entusiasmo di numerosi giovani, perfettamente coadiuvati da figure di spicco del giornalismo italiano, la cui esperienza funge da base di lancio comune per i nuovi stimoli provenienti dal basso.

Il primo di questi stimoli, in realtà, più che dal basso proviene da una terza dimensione che “minaccia” di sovvertire ancora una volta i parametri del web: il 3.0, la nuova frontiera della tridimensionalità on-line. A portare a galla la questione è Carmela Modica che, citando l’imprescindibile Second Life, mette in guardia circa il potenziale monopolistico alla radice del patto che vorrebbe Linden Lab e IBM unite per dettare le nuove regole del 3.0, in una sorta di remake del film che per anni ha visto come protagonisti Micorsoft e il suo Windows. Fulcro dell’intervento è la constatazione che Second Life, a dispetto di quanto si potesse pensare fino a non troppo tempo fa, non è una vetrina in cui tutti si riversano nel tenativo di far fruttare business talvolta anche improbabili, bensì un universo parallelo dal duplice centro gravitazionale: la ricerca scientifica e l’e-learning (pratica che in Italia inizia a muovere i primi incerti passi, ma che in realtà affermate quali Harvard corre già con le proprie gambe).

Continua a leggere Cronache da un mediacamp