Archivi categoria: News Locali

Insieme contro la violenza di genere: convegno della Difesa al CASD

Ieri al Centro Alti Studi per la Difesa (CASD) si è svolto il convegno “Insieme contro la violenza di genere” organizzato dal Comitato Unico di Garanzia per le Pari Opportunità del Ministero della Difesa. Ad aprire i lavori, il Sottosegretario di Stato alla Difesa, Raffaele Volpi.

Promuovere il messaggio che una società libera dalla violenza e dagli stereotipi di genere è una società migliore. Creare sinergie virtuose tra Istituzioni per costruire un percorso tramite il quale affrontare e contrastare il fenomeno della violenza contro le donne.

Questi gli obiettivi del convengo “Insieme contro la violenza di genere”, organizzato dal Comitato Unico di Garanzia per le Pari Opportunità del Ministero della Difesa in occasione della “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”.

Ad aprire i lavori, svolti al Centro Alti Studi per la Difesa (CASD), il Sottosegretario alla Difesa, Raffaele Volpi che nel suo intervento ha sottolineato l’importanza di intervenire a 360 gradi sul tema: “Ancora oggi, purtroppo, ci troviamo a parlare di violenza contro le donne, femminicidio e violenze di genere. Da anni nel nostro paese sono stati aperti i centri antiviolenza, con una rete di supporto ma non basta, bisogna agire sull’educazione al rispetto”.

“Il mondo della Difesa – ha aggiunto il Sottosegretario – è una realtà straordinaria, perché uomini e donne caratterizzati da valori e principi comuni sono impegnati quotidianamente a combattere ogni forma di abuso e di discriminazione”.

Numerosi i relatori e gli esperti intervenuti al convegno, tra i quali rappresentanti del mondo accademico, della giustizia ordinaria e militare, delle forze dell’ordine e dell’ambito sanitario.

L’intento era quello di riflettere insieme su come affrontare e contrastare la violenza di genere al fine di creare sinergie virtuose e favorire un percorso condiviso tra i soggetti istituzionali coinvolti.

Il Convegno è stato fortemente voluto dalla Consigliera di Fiducia del Ministero della Difesa, Daniela Lombardo e dalla Presidente del Comitato Unico di Garanzia (CUG), Cristiana d’Agostino che ha evidenziato come l’iniziativa, che rientra tra le azioni concrete inserite nel piano di azioni positive 2018-2020, abbia voluto riunire ad un unico tavolo vari attori istituzionali che si occupano di questo tema, al fine di creare delle sinergie virtuose tra esse.

“E’ intendimento del Comitato Unico di Garanzia e della Consigliera di Fiducia Daniela Lombardo – ha detto la Presidente del CUG – proseguire in questo percorso di collaborazione sia tra le due anime del Ministero, quella civile e quella militare, sia tra le varie realtà istituzionali oggi presenti, al fine di realizzare in futuro iniziative concrete che vadano a beneficio di tutta la collettività”.

Il Dicastero, nel quadro di attuazione del Piano strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne 2017-2020, sta lavorando ad una serie di progetti, che coinvolgono personale militare e civile, volti a maturare una corretta prospettiva di genere sui luoghi di lavoro.

 

 

 

Courtesy Ministero della Difesa

 

 

Molfetta. Esercito e Marina intervengono per rimuovere 84 ordigni bellici

Le operazioni d bonifica inizieranno in data odierna per concludersi nel mese di febbraio 2019

 

 

Dal 27 novembre 2018 la città di Molfetta vedrà collaborare gli Artificieri del 11° Reggimento Guastatori di Foggia dell’Esercito Italiano ed i Palombari sub/eod del Comando Subacquei ed Incursori della Marina Militare (Comsubin)  per condurre delle delicate operazioni tese alla rimozione subacquea e successiva distruzione idi numerosi ordigni esplosivi a caricamento speciale, rivenuti durante le attività di bonifica che hanno interessato il porto negli ultimi anni.

Tale intervento è stato richiesto dalla Prefettura di Bari sulla base dei ritrovamenti di tali ordigni esplosivi da parte di alcune ditte specializzate in tale settore.  In totale saranno rimosse 83 bombe incendiarie ed 1 bomba al fosforo americana da 100 libbre, che erano state stoccate in mare in un area di sicurezza individuata dalla competente Autorità Marittima. I Nuclei S.D.A.I (Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi) della Marina Militare , con sede a Taranto, hanno provveduto al recupero degli ordigni bellici rinvenuti sul fondale del mare di Molfetta per poi passarli in consegna ai colleghi dell’11° Reggimento Genio Guastatori dell’Esercito che hanno operato per la messa in sicurezza degli ordigni al fine di consentirne il trasporto e la distruzione presso una locale cava.

Questi ordigni, a differenza di quelli di tipo convenzionale, sono caricati di sostanze chimiche che innescano la loro reazione incendiaria solo quando vengono esposte all’ossigeno presente nell’atmosfera, per tale ragione, le attività di bonifica che si susseguiranno fino al mese di febbraio 2019, vedranno immergersi gli artificieri subacquei della Marina, in forza al Nucleo SDAI per prelevare dal fondo i diversi ordigni a caricamento speciale e consegnarli in superficie agli artificieri dell’Esercito, attraverso dei contenitori allagati allo scopo di impedirne il contatto con l’atmosfera.

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

 

Consegna del veicolo Mitsubishi Eclipse Cross all’Arma dei Carabinieri

Roma, 22 novembre 2018 – Nella mattinata all’interno del parco del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, è stata presentata la Mitsubishi Eclipse Cross con livrea istituzionale che entrerà ufficialmente nel parco veicoli dell’Arma.

L’evento si è svolto alla presenza del Capo di Stato Maggiore del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri gen. D. Teo Luzi, dell’Amministratore delegato di Koelliker s.p.a. e Mitsubishi Motors Italia s.p.a. Dott. Luca Ronconi, del Direttore Generale di Mitsubishi Motors Italia s.p.a. Dott. Moreno Seveso e dei vertici dello Stato Maggiore dei Carabinieri.

Il mezzo è un SUV con motore 1.5 turbo benzina da 163 cv, a trazione integrale, in grado di operare su fondi viscidi e innevati. Verrà concesso in comodato d’uso gratuito in due esemplari, che saranno inizialmente assegnati ai Comandi Provinciali di Roma e Milano, dove verranno utilizzati nelle aree collinari dei Castelli Romani e dell’Alta Brianza, per il controllo del territorio e per speciali interventi, quali il trasporto di organi e sangue anche fuori dai centri abitati.

L’allestimento di questa speciale versione della Eclipse Cross prevede tra l’altro segnalatori luminosi a LED, che offrono agli operatori la massima visibilità, supporti porta arma lunga a bloccaggio meccanico, un piano scrittoio illuminato ricavato nella cappelliera posteriore e predisposizioni per i sistemi di comunicazione e per il sistema di scambio dati operativo ODINO.

Prima della presentazione i vertici di Mitsubishi Motors Italia s.p.a. sono stati ricevuti dal Comandante Generale dell’Arma Giovanni Nistri.

 

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.