Archivi tag: Autorità Giudiziaria

Cocaina nello stomaco: carabinieri arrestano tre cittadine nigeriane

ROMA 01 Settembre 2011 – Confezionata in ovuli, trasportavano cocaina purissima nello stomaco. I Carabinieri della Compagnia Aeroporti di Roma, in collaborazione con il personale dello S.V.A.D. (Servizio Vigilanza Antifrode Doganale), impiegato nello scalo aeroportuale di Fiumicino, hanno arrestato tre cittadine nigeriane, di 21, 24 e 30 anni, con l’accusa di traffico internazionale di sostanze stupefacenti in concorso. Le giovani donne, giunte il 25 agosto scorso con un volo proveniente da Amsterdam (Olanda), hanno tentato di confondersi in modo impacciato tra  i passeggeri in transito. I militari insospettiti dal loro atteggiamento e dai frequenti viaggi  che risultavano sui passaporti, hanno approfondito gli accertamenti. Accompagnate presso l’ospedale è emerso che ognuna di loro aveva ingerito un elevato numero di ovuli. Dai 267 involucri sono stati recuperati e sequestrati quasi 4 chilogrammi di cocaina purissima. Le donne sono state poi associati al carcere di Rebibbia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Roma: rapinano e molestano ragazza, arrestati

ROMA 01 Marzo 2011 – Due cittadini marocchini ed un cittadino libico, tutti senza fissa dimora, di età compresa tra i 21 e i 35 anni, sono stati arrestati dai Carabinieri, nella notte, dopo aver rapinato e molestato una donna romana di 33 anni, a piazza dei Cinquecento, nei pressi della Stazione Termini. I tre, verso le 2,30, sono stati notati dai Carabinieri del Nucleo Scalo Termini, di pattuglia nella piazza, mentre ronzavano intorno alla donna che era appena uscita da un bar. I militari hanno seguito i loro movimenti e quando li hanno visti circondare la vittima, strapparle di dosso la borsa e molestarla, sono intervenuti prima che la situazione degenerasse. Uno dei tre ha tentato di scappare ma è stato subito raggiunto e ammanettato da un’altra pattuglia di Carabinieri, del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Trionfale, anch’essa di servizio in zona. La vittima è stata medicata per alcune contusioni. Recuperati, nelle tasche di uno degli arrestati, il cellulare e 20 euro rapinati alla donna. I tre aggressori sono stati associati al carcere di Roma Regina Coeli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, dovranno rispondere anche delle molestie oltre che di rapina aggravata in concorso.

Roma: rapinatore riconosciuto e arrestato

ROMA 23 Febbraio 2011 – I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro hanno arrestato un romano di 37 anni, con precedenti, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Roma. L’uomo è accusato di aver messo a segno una rapina ai danni di una profumeria di Corso Italia il 28 gennaio scorso. L’Autorità Giudiziaria ha emesso il provvedimento concordando con gli elementi probatori raccolti nel corso delle indagini condotte dai militari all’epoca dei fatti: secondo la ricostruzione fatta dai Carabinieri, il 37enne fece irruzione nell’esercizio commerciale poco prima dell’orario di chiusura e, armato di pistola, si fece consegnare dalla titolare l’incasso della giornata, circa 600 euro, riuscendo a dileguarsi. Il “vizietto” della rapina, però, è risultato fatale per il malvivente che, solo qualche giorno prima, fu arrestato dai Carabinieri della Compagnia Roma Parioli per aver messo a segno un’altra rapina ai danni di una farmacia. La descrizione del rapinatore fatta dalla sua ultima vittima è risultata compatibile con la foto segnaletica del 37enne:  la sua effige è stata, quindi, mostrata alla titolare della profumeria che lo ha riconosciuto senza alcuna esitazione quale autore della rapina.