Archivi tag: Capo di Stato Maggiore della Difesa

Il Ministro Pinotti su nave Bergamini e pattugliatore Bettica

Ministro Pinotti - salvataggio Mare Sicuro 1Il Ministro Pinotti  ha voluto assistere di persona all’arrivo in porto del pattugliatore Bettica con a bordo i 562 naufraghi salvati al largo delle coste libiche, dal dispositivo della Marina Militare Italiana per l’Operazione Mare Sicuro.

“Volevo ringraziare direttamente gli uomini e le donne della Marina Militare che hanno lavorato a questo salvataggio: un’operazione davvero epica, perché solo un’organizzazione incredibile permette di salvare così tante vite in mare, nello stesso tempo”.

Ministro Pinotti - salvataggio Mare Sicuro 2

La titolare della Dicastero, accompagnata dal Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano, si è recata dapprima in visita su Nave Bergamini e poi su Nave Bettica.

Annunci

Libia: i militari libici completano l’addestramento in Italia

Con la cerimonia svolta nella caserma Capone di Persano alla presenza del Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, è terminato il 20 giugno il corso di addestramento di 270 militari libici giunti in Italia lo scorso gennaio.

Persano (SA) 23 giugno 2014 – I militari libici hanno svolto un percorso addestrativo di 14 settimane che li ha visti inizialmente impegnati, per dieci settimane, presso l’80° Reggimento addestramento di Cassino dove hanno ricevuto le istruzione di base al combattimento e all’uso delle armi. Preparazione completata a Persano, dove hanno acquisito le competenze specifiche per operare a livello di compagnia di fanteria leggera con capacità di controllo e sicurezza del territorio nazionale.

A presiedere la cerimonia di chiusura del corso di addestramento, il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, insieme al suo omologo libico, Gen. Abdulsalam Jadallah Alobeidi.

Rivolgendosi ai militari libici inquadrati nel “katiba”, l’equivalente di un battaglione italiano, l’Ammiraglio Binelli Mantelli ha sottolineato che “con la preparazione conseguita potrete fornire, ciascuno nell’ambito del proprio ruolo, un prezioso apporto per la crescita e alla prosperità del popolo libico e delle sue istituzioni”. “Nel delicato momento istituzionale e democratico che sta attraversando la Libia – ha aggiunto – la possibilità di poter contare su forze di sicurezza addestrate e affidabili costituisce un elemento fondamentale della crescita del paese”.

Courtesy www.difesa.it

2 Giugno Festa della Repubblica e delle Forze Armate

ROMA 2 Giugno 2014 – Con l’alzabandiera solenne all’Altare della Patria si sono aperte questa mattina a Roma le celebrazioni del 68° anniversario della fondazione della Repubblica.

All’Altare della Patria, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, accompagnato dal Ministro della Difesa Roberta Pinotti, ha deposto una corona d’alloro al Sacello del Milite Ignoto.

Cerimonia alla quale hanno preso parte anche i Presidenti del Senato e della Camera, Pietro Grasso e Laura Boldrini, il Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi, il Presidente della Corte Costituzionale Gaetano Silvestri e il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli.

A  seguire, la tradizionale parata su Via dei Fori Imperiali.

Il tema scelto quest’anno per celebrare la Festa della Repubblica – “Forze Armate, valori e tradizione dalla I Guerra Mondiale alla Difesa Europea” dedicato a commemorare il Centenario della Grande Guerra e la Presidenza italiana del Consiglio dell’Unione Europea – ha caratterizzato la sfilata suddivisa in sette settori:

– uniformi storiche con bandiere e stendardi degli organismi internazionali e delle missioni dell’Unione Europea
– Esercito Italiano
– Marina Militare
– Aeronautica Militare
– Arma dei Carabinieri
– Corpi Militari e Ausiliari dello Stato
– Corpi Armati e non dello Stato.

Una cerimonia in forma sobria ed essenziale, che ha visto sfilare tre mezzi risalenti alla prima guerra mondiale, ma soprattutto uomini e donne della Difesa che – come ha evidenziato nel suo messaggio il Ministro della Difesa Roberta Pinotti – quotidianamente si adoperano “per un fine istituzionale che è fra i più alti e i più impegnativi, quello di garantire la difesa della nostra comunità, la sua libertà, la sua indipendenza”.

Toccante la partecipazione e la vicinanza manifestata dal pubblico quando, al passaggio della Brigata San Marco, sono stati citati i due Fucilieri di Marina Massimiliano Latorre e Salvatore Girone.

A concludere la tradizionale parata del 2 giugno, il sorvolo delle Frecce Tricolori.

Al Ministro della Difesa è giunto il compiacimento del Capo dello Stato per la perfetta organizzazione della manifestazione e l’impeccabile sfilamento dei reparti militari e delle rappresentanze civili. Nel suo messaggio il Presidente Napolitano ha evidenziato come anche quest’anno alla tradizionale parata militare “hanno partecipato con sentito entusiasmo migliaia di cittadini” ed ha espresso il suo apprezzamento per il “richiamo a temi di profondo significato per il nostro Paese”.

 

Courtesy www.difesa.it