Archivi tag: carte di credito clonate

Roma: clonavano bancomat, carabninieri arrestano due albanesi

ROMA 29 Novembre 2010 – Con l’avvicinarsi del Natale, non solo i negozi, le farmacie, gli esercizi commerciali in genere, rientrano tra gli obiettivi sensibili che vigilano i dispositivi straordinari messi in campo dai Carabinieri per prevenire ogni forma di illegalità, in particolare rapine e furti. Anche gli sportelli bancomat del centro storico, quelli posizionati dove maggiori sono i flussi di cittadini, impegnati nello shopping Natalizio, e turisti in visita ai monumenti della Capitale, vengono tenuti d’occhio dai Carabinieri. Proprio nel corso di questi controlli, sabato pomeriggio, una pattuglia di Carabinieri della Stazione di Roma San Lorenzo in Lucina ha smascherato due clonatori di carte di credito e bancomat che avevano piazzato dei sofisticati congegni elettronici su di uno sportello bancomat di un istituto di credito di via del Tritone. Si tratta di due giovani cittadini albanesi di 30 e 33 anni, che dopo aver applicati i loro congegni si sono appostati poco distante in attesa che le loro prede, circa 100 ( tra i tantissimi cittadini e turisti di passaggio) “lasciassero” i dati delle loro carte per poi passarli a riprendere. In questo frangente sono intervenuti i Carabinieri della Stazione di Roma San Lorenzo in Lucina che li hanno bloccati e arrestati, recuperando la sofisticata apparecchiatura posticcia applicata allo sportello bancomat: un circuito elettronico collegato a una testina magnetica (a sua volta disposta nella feritoia posticcia di introduzione delle tessere) per leggere le bande magnetiche; un altro circuito elettronico collegato a una microtelecamera puntata sul tastierino numerico per riprendere la digitazione del codice PIN, quasi invisibile sul lato della feritoia di emissione delle banconote, posizionata in modo tale che anche adottando l’accorgimento di coprire con la mano la tastiera, riusciva comunque a filmare le sequenze numeriche. Anche se la tecnica utilizzata dai 2 cittadini albanesi arrestati è simile a quella già utilizzata da altri clonatori, i congegni utilizzati sono migliorati, di ultima generazione, più sofisticati, più costosi, meno visibili e meno ingombranti. I due albanesi hanno fornito ai Carabinieri documenti d’identità bulgari contraffatti. Per questo oltre delle accuse di clonazione ed utilizzo fraudolento di carte di credito clonate, intercettazione di codici informatici di carte di credito, danneggiamento di impianti di pubblica utilità, dovranno anche rispondere di false attestazioni a pubblico ufficiale e possesso di documenti di identità falsi.

Roma: dalla Russia per clonare carte di credito, arrestati in tre

ROMA 18 Aprile 2010 – Nella giornata di ieri i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato tre cittadini russi, due giovani di 23 e 28 anni e una ragazza di 21 che dovranno rispondere di clonazione e utilizzo fraudolento di carte di credito in concorso. I tre, che erano alloggiati presso un albergo della Capitale e che solo da qualche giorno erano giunti dalla Russia , sono stati notati dai militari allontanarsi rapidamente bordo di un’auto con targa straniera dalle vicinanze di uno sportello bancomat di un istituto di credito ubicato in via Beata Vergine del Carmelo, zona Torrino. I Carabinieri, insospettiti da tale atteggiamento, hanno immediatamente intimato l’alt all’auto e controllato gli occupanti. Durante la perquisizione dell’abitacolo i militari hanno trovato uno strumento elettronico collegato ad una batteria e due tastiere, identiche a quelle degli sportelli bancomat, utilizzate dai tre per la captazione dei codici segreti. L’ulteriore perquisizione, estesa alla camera d’albergo che i fermati avevano affittato in via Vico Vigano’, a Tor bella Monaca, ha consentito di rinvenire e sequestrare ulteriore materiale per la clonazione delle carte: 17 lamiere sagomate complete di tastiere e circuito elettrico, 1 “skimmer”, 8 microchip, 9 fessure riproducenti quelle per l’introduzione delle tessere, 24 carte magnetiche. Sono stati rinvenuti inoltre 12 telefoni cellulari, 15 “sim card”, una macchina fotografica digitale ed una ricevuta di versamento di 12.000 euro.
Tutto il materiale rinvenuto, compresa l’autovettura a bordo della quale viaggiavano i tre sono stati sequestrati, mentre gli arrestati si trovano presso il carcere di Regina Coeli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Roma: acquista con carte di credito clonate, arrestato

ROMA 25 Febbraio 2010 – Ancora un arresto all’interno del Forum della Stazione Termini da parte dei Carabinieri del Nucleo Scalo Termini che, ieri pomeriggio, hanno bloccato un giovane, 22enne originario della Lettonia, incensurato, dopo aver utilizzato una carta di credito clonata. Il ragazzo è stato sorpreso in un negozio di elettronica all’interno del Forum Termini, mentre stava pagando un costoso cellulare con una carta di credito clonata. Alla vista dei militari, in servizio di pattuglia all’interno dello scalo ferroviario, il lettone ha cercato di scappare ma è stato raggiunto e arrestato nonostante abbia tentato di opporsi con violenza. Nelle sue tasche i Carabinieri hanno trovato e sequestrato altre nove carte contraffatte. Il giovane sarà giudicato con rito direttissimo.