Archivi tag: Casilino

Circolo ricreativo come centrale della droga

ROMA. CIRCOLO RICREATIVO AL CASILINO USATO COME BASE DI SPACCIO. GESTOREARRESTATO DALLA POLIZIA. SEQUESTRATO OLTRE 1,5 KG. DI DROGA.

ROMA 18 Maggio 2011 – Una vera e propria centrale dello spaccio dove gli assuntori di sostanze stupefacenti e avventori del circolo potevano scegliere tra i diversi tipi di droga messi a disposizione dal proprietario.

Da giorni gli agenti del Commissariato Casilino, diretto dal dr. Antonio Roberti,  tenevano sotto osservazione il locale e ieri hanno deciso di fare irruzione.

All’interno del  circolo ricreativo di via Prenestina, i poliziotti hanno bloccato il gestore, un giovane incensurato romano, A.C., 25 anni.

Gli agenti durante il controllo, hanno trovato diversi grammi di hashish, marijuana e cocaina, già confezionati e pronti per essere smerciati, nascosti dietro il bancone del bar.

Terminati gli accertamenti nel locale, all’interno del quale sono stati identificati alcuni avventori, tutti con precedenti penali, gli agenti hanno esteso il controllo nell’abitazione del giovane.

All’interno della cucina, in una scatola di cartone, sono stati trovati 5 grammi di cocaina, sostanza da taglio e un bilancino di precisione.

Settecento grammi di hashish e 500 di marijuana sono stati invece trovati nell’armadio della camera da letto del giovane, dove, oltre alla sostanza stupefacente è stata sequestrata la somma di  1030 euro in contanti.

Al termine delle operazioni A.C. è stato condotto in Commissariato e arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti..

Il locale è stato sottoposto a sequestro e verrà proposta al Questore di Roma la sospensione della licenza per la durata di 15 giorni.

 

Roma: duro colpo alla criminalità cinese della capitale

ROMA 20 Aprile 2010 – La Squadra Mobile in collaborazione con l’Ufficio Immigrazione e la Divisione Amministrativa della Questura di Roma ha chiuso il club “Diamante”, considerato il circolo notturno della capitale più esclusivo, frequentato e gestito dalla criminalità cinese.
Il Night Club, mimetizzato perfettamente all’interno di un fabbricato posto tra vari capannoni industriali nella zona del Casilino, ospitava 15 prostitute, tutte di nazionalità cinese, così come gli avventori sorpresi nelle varie sale del locale al momento dell’irruzione dei poliziotti.
La Squadra mobile ha arrestato il gestore ed una sua dipendente, sorpresi con 90 grammi di una nuova sostanza stupefacente di origine asiatica chiamata “K-Fen”. Gli agenti di polizia hanno sequestrato anche numerose bustine contenenti la stessa sostanza negli indumenti di alcuni clienti e nascoste in alcuni punti del locale, oltre a numerose dosi di hashish, marijuana,bilancini di precisione e svariate pasticche di exstasy.
L’esercizio, privo di qualsiasi autorizzazione e licenza è stato sottoposto a sequestro preventivo.

Roma: rubano rame e aggrediscono testimoni, Polizia arresta un uomo

ROMA 23 Febbraio 2010 – Si è introdotto all’interno di un deposito di via Passo Lombardo ed insieme ad altri complici, al momento in fase d’identificazione, ha asportato alcuni quintali di rame dandosi alla fuga a bordo di un furgone rubato.

I ladri, tutti nomadi, sono stati dapprima inseguiti da due automobilisti padre e figlio di 73 e 40 anni, che hanno assistito al furto; successivamente i fuggiaschi, accortisi di essere stati individuati, si sono fermati bruscamente per aggredire i due testimoni con calci, pugni ed armi improprie danneggiando anche l’autovettura. Infine dopo aver sottratto le chiavi del veicolo agli occupanti, hanno ripreso la loro fuga.

L’inseguimento è stato a questo punto proseguito da un terzo testimone, alla guida di un furgone, 30enne familiare degli altri due, ma all’altezza di Frascati, a causa di una manovra repentina del mezzo condotto dai nomadi è stato speronato, finendo fuori strada ed andando a sbattere contro un palo dell’illuminazione stradale.

Al sopraggiungere degli agenti della Polizia di Stato, nel frattempo chiamati dai primi testimoni, i malviventi hanno abbandonato il furgone e la refurtiva per darsi alla fuga nella campagna circostante. Poliziotti del Commissariato Casilino hanno effettuato immediatamente una battuta che ha permesso di rintracciare uno dei banditi, S.T. bosniaco di 31 anni, nascostosi all’interno di un canalone sottostante l’autostrada Roma-Napoli.

Condotto negli Uffici del Commissariato Casilino, il nomade, residente nel campo di via Marchetti, è stato arrestato per rapina impropria. Sono in corso indagini da parte della Polizia di Stato tese all’identificazione e al rintraccio dei complici dell’arrestato.