Archivi tag: Cinecittà

Interrompe una lite e viene aggredita sul bus

ROMA 25 Maggio 2011 – Ha cercato di interrompere una disputa tra giovani intromettendosi per fare da paciere, ma è stata a sua volta aggredita da una delle contendenti.

L’aggressore non si è fermato neanche quando la donna, dolorante e stordita, si è accasciata in terra sul mezzo di trasporto pubblico.

E’ successo in via Tuscolana, all’interno di un autobus di linea, all’altezza degli studi cinematografici di Cinecittà.

La vittima, una donna di 56 anni, la cui colpa è stata solo quella di non restare indifferente al parapiglia che si era scatenato sull’autobus, è stata medicata presso una struttura sanitaria della Capitale, per una frattura al polso e altre lesioni.

La causa, verosimilmente un calcio sferrato da una delle litiganti, che si è poi allontanata subito dopo l’episodio, approfittando della fermata del pullman.

Gli agenti del Commissariato Romanina, intervenuti per primi sul posto, hanno fatto scattare subito le indagini.

Hanno immediatamente provveduto ad acquisire le testimonianza di alcuni passeggeri, facendo scattare la “battuta”.

Seduti su una panchina della banchina della stazione metropolitana “Cinecittà”, le due persone allontanatesi erano in attesa del treno, pronti a far perdere le loro tracce.

Condotti in Commissariato, S.F., romana di 23 anni, non nuova ad episodi del genere, quando ha capito che questa volta non l’avrebbe passata liscia, ha accusato dolori addominali riferendo di essere incinta, ma la circostanza non è stata confermata dai sanitari.

Portata nuovamente in Ufficio, al termine degli accertamenti è stata arrestata per lesioni personali gravi e denunciata per interruzione di pubblico servizio e omissione di soccorso.

Denunciato anche l’amico per favoreggiamento personale.

 

 

Roma: bloccano rapinatori e arrestano una delle vittime

ROMA 05 Febbraio 2010 – I Carabinieri della Stazione di Roma Cinecittà, intervenuti presso il “Terminal Anagnina”, per arrestare 2 cittadini romeni per una rapina hanno anche arrestato una delle due vittime per sfruttamento della prostituzione minorile. I due rapinatori, una donna e un uomo di 49 e 29 anni hanno dapprima minacciato e poi aggredito con un bastone i due connazionali di 38 e 40 anni facendosi consegnare i telefoni cellulari; nella circostanza le vittime hanno tentato una reazione e il più giovane, violentemente colpito alla testa, ha riportato gravi lesioni tanto da rendersi necessario un immediato intervento chirurgico. I Carabinieri, avviate le ricerche, hanno poco dopo rintracciato e arrestato i rapinatori e, dopo avere raccolto la denuncia da parte di uno dei rapinati, lo hanno arrestato in quanto ricercato per sfruttamento della prostituzione minorile.
La donna è stata condotta presso il carcere di Rebibbia, mentre gli altri due fermati sono stati associati alla casa circondariale di Regina Coeli, tutti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Il ferito si trova ricoverato presso il Policlinico Casilino in prognosi riservata.