Archivi tag: codice della strada

A Marino la Sagra dell'Uva: carabinieri attuano piano di controllo

ROMA 05 Ottobre 2010 – In occasione delle quattro giornate di celebrazione indette per l’86 Sagra dell’Uva di Marino, i Carabinieri della Compagnia di Castel Gandolfo hanno attuato un attento piano di controllo preventivo della circolazione stradale per garantire un sereno rientro a casa ai partecipanti ed evitare così che la festa potesse trasformarsi in tragedia.
Molto apprezzata l’attività di controllo dei Carabinieri ai quali molti dei partecipanti si sono rivolti prima di mettersi alla guida per chiedere volontariamente di essere controllati.
Una fitta rete di posti di controllo sono stati attuati lungo i principali assi viari del comune di Marino. Cento gli automobilisti sottoposti ad alcoltest, 3 persone denunciate in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza, 9 sanzioni amministrative contestate, 4 patenti di guida ritirate.
Tra gli automobilisti trovati positivi all’alcoltest anche un giovanissimo neo patentato a cui sono state applicate le più gravi sanzioni introdotte dalla recente riforma del Codice della Strada.
Inoltre durante il particolare servizio, in cui sono stati impiegati ogni giorno dieci militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Castelgandolfo e della Stazione di Marino, ad un giovane cittadino albanese sorpreso alla guida di un motociclo Piaggio Liberty di provenienza furtiva, la cui sottrazione era stata denunciata nel settembre 2010, è stato contestato il reato di ricettazione. Il motorino recuperato è stato restituito al legittimo proprietario. Il bilancio dell’operazione conferma l’opportunità dell’impegno che l’Arma Territoriale del Gruppo di Frascati spende nell’attività di prevenzione sulle strade nella ferma convinzione del grave pericolo costituito dall’abuso di alcol.

A Marino la Sagra dell’Uva: carabinieri attuano piano di controllo

ROMA 05 Ottobre 2010 – In occasione delle quattro giornate di celebrazione indette per l’86 Sagra dell’Uva di Marino, i Carabinieri della Compagnia di Castel Gandolfo hanno attuato un attento piano di controllo preventivo della circolazione stradale per garantire un sereno rientro a casa ai partecipanti ed evitare così che la festa potesse trasformarsi in tragedia.
Molto apprezzata l’attività di controllo dei Carabinieri ai quali molti dei partecipanti si sono rivolti prima di mettersi alla guida per chiedere volontariamente di essere controllati.
Una fitta rete di posti di controllo sono stati attuati lungo i principali assi viari del comune di Marino. Cento gli automobilisti sottoposti ad alcoltest, 3 persone denunciate in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza, 9 sanzioni amministrative contestate, 4 patenti di guida ritirate.
Tra gli automobilisti trovati positivi all’alcoltest anche un giovanissimo neo patentato a cui sono state applicate le più gravi sanzioni introdotte dalla recente riforma del Codice della Strada.
Inoltre durante il particolare servizio, in cui sono stati impiegati ogni giorno dieci militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Castelgandolfo e della Stazione di Marino, ad un giovane cittadino albanese sorpreso alla guida di un motociclo Piaggio Liberty di provenienza furtiva, la cui sottrazione era stata denunciata nel settembre 2010, è stato contestato il reato di ricettazione. Il motorino recuperato è stato restituito al legittimo proprietario. Il bilancio dell’operazione conferma l’opportunità dell’impegno che l’Arma Territoriale del Gruppo di Frascati spende nell’attività di prevenzione sulle strade nella ferma convinzione del grave pericolo costituito dall’abuso di alcol.

Roma: nuovo codice per le missioni internazionali, introdotto il reato di tortura

ROMA 28 Febbraio 2010 – Un codice penale per gli italiani militari e civili, che partecipano alle missioni militari all’estero. Il nuovo codice sara’ presentato domani in consiglio dei ministro sottoforma di disegno di legge delega. Prevede la non punibilita’ dei militari che fanno uso di armi o forza e pene severe per chi compie atti arbitrari di violenza contro civili. Introdotto il reato di tortura (da 4 a 12 anni di carcere). A procedere sara’ la giustizia militare di Roma.