Archivi tag: colluttazione

Roma: narcotizzavano le vittime per rapinarle, carabinieri arrestano un romeno

ROMA 11 Gennaio 2011 – Si tratta sicuramente di una banda specializzata nel mettere a segno furti negli appartamenti narcotizzando le vittime. I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma nella notte, grazie ad una segnalazione di un cittadino giunta al 112, hanno arrestato un romeno di 37 anni, residente a Valmontone, nullafacente, con l’accusa di rapina aggravata in concorso, resistenza a Pubblico Ufficiale, detenzione e possesso di armi. Il ladro in piena notte, in zona Casetta Mattei, dopo aver divelto una grata in ferro di una finestra dell’appartamento di una donna romana 96enne, si è introdotto nell’abitazione e dopo aver narcotizzato l’anziana ha asportato diversi gioielli e preziosi, fuggendo poi a piedi. L’immediato intervento dei Carabinieri, giunti sul posto grazie alla preziosa segnalazione, ha permesso di bloccarlo dopo una colluttazione, durante la quale il romeno ha estratto un coltello brandendolo contro i militari. I complici, almeno altri due, sono riusciti a scappare e sono tuttora ricercati. Le ricerche in zona hanno permesso ai militari di recuperare anche l’auto usata dei malviventi, nonché l’intera refurtiva e una bomboletta spray, contenente sostanza verosimilmente narcotizzante. Il 37enne romeno è stato associato al carcere romano di Regina Coeli, mentre sono in corso le ricerche degli altri componenti della banda.

Roma: pericolosi malviventi catturati dalla Polizia

di Antonella Serafini

ROMA 24 Febbraio 2010 – Nella giornata di ieri la Polizia di Stato nel quartiere Tiburtino ha catturato due pericolosi malviventi.
Durante il controllo degli alloggiati presso le strutture ricettive del quartiere, i poliziotti del Commissariato San Basilio hanno scoperto che presso un albergo di Ponte Mammolo era ospite T.Z. nomade di 37 anni, colpito da ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Siena, per il quale deve scontare la pena di 6 anni, 6 mesi e 26 giorni di reclusione, per reati connessi al traffico di stupefacenti ed estorsione.
L’uomo, rintracciato all’interno di una stanza in compagnia di una donna slava sicuro di sottrarsi al mandato di cattura, è stato trovato in possesso di sostanza stupefacente, materiale per il confezionamento, un coltello e denaro contante. Pertanto è stato arrestato in esecuzione di ordine di carcerazione e denunciato per possesso di droga.
Lungo viale P. Togliatti, nel corso dei servizi antiprostituzione attuati dalla Questura, gli Agenti del reparto Volanti e del Commissariato San Basilio hanno arrestato Y.M. 31enne del Sudan, responsabile di rapina aggravata, violenza sessuale e sequestro di persona ai danni di una prostituta slovacca di 18 anni.
La giovane alla vista della Polizia di Stato è corsa vero gli Agenti con gli abiti stracciati, sconvolta ed in lacrime, ha raccontato di aver subìto qualche istante prima una violenza da parte di uno straniero.
La ragazza ha dichiarato che, dopo aver concordato con l’uomo il prezzo per una prestazione, una volta appartati, il cliente l’ha afferrata palpeggiandola tanto violentemente da intimorirla e da indurla a voler restituire il denaro all’uomo, ma quest’ultimo sentitosi respinto, ha aumentato la propria violenza fino ad arrivare ad avere con la prostituta una colluttazione vera e propria ed a puntarle un coltello alla gola, minacciandola e rapinandola del denaro contante e del telefono cellulare.
Solo la presenza della Polizia di Stato riusciva a salvare la malcapitata, poi medicata al Sandro Pertini con 5 giorni di prognosi per contusioni ed ecchimosi varie, dalla furia dell’uomo.