Archivi tag: Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri

La Legione Carabinieri compie 150 anni

ROMA 13 Aprile 2011 – Giovedì, 14 aprile 2011, con inizio alle ore 10.40 presso la Caserma “Orlando De Tommaso” di Roma, via Carlo Alberto dalla Chiesa 3, alla presenza del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Gen. C.A. Leonardo Gallitelli, nonché di numerose autorità civili, militari e religiose, verrà celebrato il 150° anniversario della costituzione della Legione Allievi Carabinieri, in occasione della solenne cerimonia di conferimento degli alamari a 200 allievi carabinieri frequentatori del 128° corso, intitolato al Carabiniere “Medaglia d’Oro al Valor Militare” Poliuto PENZO e di giuramento di fedeltà alla Repubblica Italiana.

La Legione Allievi Carabinieri è custode da 117 anni della pluridecorata Bandiera di Guerra dell’Arma dei Carabinieri nonché Istituto di formazione più antico dell’Arma dei Carabinieri, che sin dalla sua origine è stata parte integrante delle vicende storiche di Roma e dell’Arma dei Carabinieri.

Napoli: Carabinieri catturano boss della Camorra tra i 100 latitanti piu' pericolosi

NAPOLI 28 Giugno 2010 – Latitante dal 2007, era appena sbarcato a Brindisi da una nave proveniente dalla Grecia, quando i carabinieri lo hanno arrestato. A finire in galera è Umberto Onda, inserito nell’elenco dei 100 latitanti più pericolosi d’Italia. L’uomo, 38 anni, è considerato dagli inquirenti il reggente del clan Gionta, attivo a Torre Annunziata, in provincia di Napoli. Onda è stato condannato in primo grado a 17 anni per associazione mafiosa, omicidio, rapina e ricettazione.
Il Ministro della Difesa Ignazio La Russa ha rivolto al Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d’Armata Leonardo Gallitelli, parole di vivo compiacimento per l’operazione condotta dai Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli che ha portato all’arresto del latitante Umberto Onda, importante esponente della camorra.
“L’Arma dei Carabinieri – ha dichiarato il Ministro La Russa – continua a raccogliere il frutto di un’attenta azione investigativa e operativa che conferma la determinazione, la professionalità e le capacità dei suoi uomini impegnati quotidianamente nel contrastare la criminalità e le organizzazioni malavitose”.

Napoli: Carabinieri catturano boss della Camorra tra i 100 latitanti piu’ pericolosi

NAPOLI 28 Giugno 2010 – Latitante dal 2007, era appena sbarcato a Brindisi da una nave proveniente dalla Grecia, quando i carabinieri lo hanno arrestato. A finire in galera è Umberto Onda, inserito nell’elenco dei 100 latitanti più pericolosi d’Italia. L’uomo, 38 anni, è considerato dagli inquirenti il reggente del clan Gionta, attivo a Torre Annunziata, in provincia di Napoli. Onda è stato condannato in primo grado a 17 anni per associazione mafiosa, omicidio, rapina e ricettazione.
Il Ministro della Difesa Ignazio La Russa ha rivolto al Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d’Armata Leonardo Gallitelli, parole di vivo compiacimento per l’operazione condotta dai Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli che ha portato all’arresto del latitante Umberto Onda, importante esponente della camorra.
“L’Arma dei Carabinieri – ha dichiarato il Ministro La Russa – continua a raccogliere il frutto di un’attenta azione investigativa e operativa che conferma la determinazione, la professionalità e le capacità dei suoi uomini impegnati quotidianamente nel contrastare la criminalità e le organizzazioni malavitose”.