Archivi tag: Comandante Interregionale Carabinieri “Podgora”

Il Generale Cicero premia i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma

Roma, 19 novembre 2018 – Questa mattina, il Comandante Interregionale Carabinieri “Podgora”, Generale di Corpo d’Armata Ilio Ciceri, si è recato in visita al Comando Legione Carabinieri “Lazio”.

Ricevuto nella caserma di Piazza del Popolo, dal comandante della Legione, Generale di Divisione Andrea Rispoli, l’alto ufficiale ha incontrato lo Stato Maggiore e il personale della sede, i cinque Comandanti Provinciali del Lazio, la Rappresentanza Militare e una delegazione dell’Associazione Nazionale Carabinieri, presiedendo una riunione operativa nel corso della quale sono state esaminate varie problematiche di tutto il territorio regionale.

L’occasione della visita è stata propizia per scoprire una nuova lapide che ricorda il Tenente medaglia d’oro al valor militare Giacomo Acqua, primo ufficiale dei Carabinieri che entrò in Roma dopo la Breccia di Porta Pia, a cui è intitolata la caserma di piazza del Popolo.

Il Generale di Corpo d’Armata Ilio Ciceri ha poi assegnato un encomio a tutti i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Roma che hanno partecipato alle indagini per le operazioni: “Amalgama” che nell’ottobre 2016 ha consentito di sgominare un’associazione per delinquere, con 21 indagati, finalizzata al compimento di condotte corruttive per l’ottenimento di contratti di subappalto nell’ambito dei lavori per la realizzazione di grandi opere pubbliche; per l’operazione “Tempio” che nel giugno 2017 ha consentito di disarticolare un’associazione, con 54 indagati, finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, traffico e detenzione illegale di stupefacenti con l’aggravante delle modalità mafiose nel quartiere di Montespaccato; per l’operazione “Babylonia” che nel giugno 2017 ha consentito di sgominare due distinte associazioni per delinquere, con 23 indagati, finalizzate all’estorsione, l’usura, il riciclaggio, l’impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita, e il fraudolento trasferimento di beni o valori, con il sequestro di esercizi commerciali (bar, ristoranti, pizzerie e sale slot), immobili, rapporti finanziari/bancari, auto e moto, società, quote societarie.

 

 

Encomi ai Carabinieri: 89 militari premiati dal Gen. Giuliani

Il Generale Vincenzo Giuliani premia il Ten Col Marco Aquilio e due militari del Nucleo Investigativo di Frascati per l'operazione sul traffico di esseri umaniRoma, 19 maggio 2016 – Questa mattina, presso la caserma di largo Cristina di Svezia, il Generale di Corpo d’Armata Vincenzo Giuliani, Comandante Interregionale Carabinieri “Podgora”, ha  consegnato ricompense formali a 89 Carabinieri appartenenti a vari reparti della Legione “Lazio”, particolarmente distintisi nel 2015 in significative operazioni di servizio o interventi a favore di cittadini in difficoltà.

Alla cerimonia erano presenti il Generale di Divisione Angelo Agovino, comandante della Legione Carabinieri Lazio, una rappresentanza di militari in servizio presso i comandi provinciali di Roma, Latina, Rieti, Viterbo e Frosinone, delegazioni della Rappresentanza Militare e dell’Associazione Nazionale Carabinieri.

In un intervento, il Generale Vincenzo Giuliani ha sottolineato che la qualità e il numero dei riconoscimenti tributati, attesta la generosità, l’altruismo, il coraggio e la dedizione offerta quotidianamente dai Carabinieri  alle aspettative di sicurezza dei cittadini nel Lazio.

Tra i numerosi encomi concessi spiccano quelli riconosciuti:

Da sinistra, il Carabiniere Euprepio Di Summa con il Generale Giulianial Carabiniere scelto Euprepio Di Summa, addetto al Nucleo Radiomobile di Roma, che la notte del 27 maggio 2015con eccezionale coraggio, esemplare altruismo e cosciente sprezzo del pericolo, libero dal servizio, non esitava a intervenire in soccorso di una ragazza che, in stato confusionale e con intenti suicidi, si era gettata nelle acque del Tevere. Entrato in acqua, riusciva con mezzi di fortuna ad afferrare la giovane e, nonostante la forza della corrente fluviale, a condurla a riva salvandola da morte sicura;

Il Generale Vincenzo Giuliani premia i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma per l'operazione Margaritaa 11 militari del Nucleo Investigativo di Roma per l’indagine “Margarita” (meglio conosciuta come “Pizza Ciro” che consentiva di neutralizzare un pericoloso sodalizio criminale dedito al riciclaggio di capitali di provenienza illecita. L’operazione si concludeva con l’arresto di 20 persone e il sequestro e successiva confisca di beni e quote societarie per un valore complessivo di oltre 80 milioni di euro;

al comandante e due militari del Nucleo Investigativo di Frascati per l’indagine conclusa il 19 marzo 2015 che ha consentito di colpire un sodalizio criminale transnazionale responsabile di associazione per delinquere finalizzata alla tratta di esseri umani, al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e allo sfruttamento della prostituzione maschile.

Sono stati inoltre consegnati encomi a cinque Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Tivoli, a sei Carabinieri della Compagnia di Monterotondo, a 9 Carabinieri della Compagnia di Tivoli, a 3 militari della Stazione e due della Compagnia di Civitavecchia, a 3 Carabinieri della Stazione Roma Prati, a 6 del Nucleo Radiomobile di Roma, alla Compagnia di Subiaco, 8 militari del Nucleo Investigativo di Roma, il comandante e cinque militari della Compagnia di Anagni, uno della Stazione di Piglio e uno della Stazione di Ferentino, al comandante e due militari della Sezione Radiomobile del Reparto Territoriale di Aprilia, 2 Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina, un militare della Compagnia Roma Piazza Dante, comandante e un militare del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Formia, al comandante della Stazione Roma Tomba di Nerone, a 4 militari del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Trionfale, a un Carabiniere della Stazione di Supino, a tre militari della Stazione di Ceccano, a un Carabiniere della Compagnia di Civita Castellana, a due Carabinieri della Stazione Roma Tor Tre Teste, un Carabiniere del Nucleo Operativo della Compagnia di Roma Montesacro, uno della Stazione di San Gregorio di Sassola.

Il Generale Orlando in visita al Comando Legione Carabinieri “Lazio”

ROMA 17 Dicembre 2012 – Nella mattinata, il Comandante Interregionale Carabinieri “Podgora”, Generale di Corpo d’Armata Stefano Orlando, si è recato in visita al Comando Legione Carabinieri “Lazio” di Piazza del Popolo. Il Generale Orlando  è stato ricevuto dal Comandante della Legione, Generale di Brigata Gaetano Maruccia ed erano presenti, tra gli altri, i Comandanti dei Provinciali di Frosinone, Latina, Rieti, Roma e Viterbo oltre a tutto lo staff del Comando Legione. Il Comandante Interregionale ha, quindi, incontrato una rappresentanza di Ufficiali, Marescialli, Brigadieri, Appuntati e Carabinieri in servizio presso i reparti della Legione, unitamente a delegati della Rappresentanza Militare, nonché dell’Associazione Nazionale Carabinieri. A tutto il personale il Generale Orlando ha espresso il proprio apprezzamento per l’impegno quotidianamente profuso nel contrasto ad ogni forma di criminalità e per gli sforzi effettuati per rispondere in modo sempre più aderente alla crescente domanda di sicurezza dei cittadini, soffermandosi sui brillanti risultati operativi raggiunti nell’anno che volge al termine. Il Comandante Interregionale si è, in particolare, soffermato sulla capillare attività di controllo del territorio assicurata dalle Stazioni Carabinieri, che con il loro impegno silenzioso e convinto riescono con concretezza a garantire un’efficace protezione ravvicinata alle comunità di riferimento di cui si devono sentire parte integrante.

Dall’inizio dell’anno a oggi i reparti territoriali della Legione Carabinieri “Lazio” hanno operato  12.530 arresti, con un incremento del 2,5% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Incrementati anche i servizi preventivi sul territorio con una crescita rispetto allo scorso anno del 8,5%.  Evidenziate le attività investigative più importanti quali l’operazione “Plata”, del Comando Provinciale di Roma, durata oltre 2 anni, coordinata dalla Procura della Repubblica di Roma – Direzione Distrettuale Antimafia, che ha consentito di arrestare 32 persone facenti parte un agguerrito sodalizio criminale dedito al traffico internazionale di stupefacenti dalla Spagna e dall’Albania, allo spaccio del narcotico, prevalentemente cocaina, nonché alla detenzione e commercializzazione di armi da fuoco. Uno dei membri dell’organizzazione criminale è stato vittima di un omicidio perpetrato nella Capitale nel gennaio scorso. Sequestrati circa seicentomila euro in contanti, più di 50 kg di droga e decine di armi da fuoco e munizionamento; l’operazione “San Magno” del Comando Provinciale di Latina, relativa ad una organizzazione criminale dedita al traffico internazionale di stupefacenti, detenzione e porto illegale di armi comuni da sparo e da guerra, che ha portato all’arresto di 21 persone in flagranza di reato, all’emissione di 34 provvedimenti di custodia cautelare, nonché al sequestro di kg. 14 di cocaina e kg. 50 di hashish, 100 gr. di eroina, due pistole, un mitragliatore con matricola abrasa e beni di varia natura provento dell’attivitá delittuosa, per un valore di circa 8 milioni di euro; l’operazione “Pandora” del Comando Provinciale di Frosinone, relativa ad un illecito sodalizio, composto da soggetti del luogo, dedito alla commissione di rapine e sequestro di persona ai danni di abitazioni ed esercizi commerciali, che ha portato all’esecuzione di 7 ordinanze di custodia cautelare; l’operazione “Lions” del Comando Provinciale di Viterbo, relativa a traffico di sostanze stupefacenti ed anabolizzanti ed alla commissione di reati di estorsione, usura, furto aggravato e sfruttamento della prostituzione, che ha portato all’esecuzione di 37 misure di custodia cautelare, l’arresto in flagranza di reato di 7 persone per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed il sequestro di rilevanti quantitativi di droga, farmaci dopanti e refurtiva; le operazioni “Edil Raiders” e “Hole Raiders”, del Comando Provinciale di Rieti, che hanno consentito la disarticolazione di altrettanti sodalizi criminali dediti ai furti in abitazione, di autovetture, ai danni di uffici postali ed esercizi commerciali, con l’arresto di 14 malviventi di origine romena, 4 dei quali in flagranza di reato.

Il Comandante Interregionale ha, successivamente, consegnato a Ufficiali e Luogotenenti 16 Medaglie Mauriziane.

Nella circostanza il Generale Orlando ha formulato a tutti i Carabinieri ed alle loro famiglie gli auguri più fervidi per le prossime festività.