Archivi tag: Comandante Interregionale Carabinieri “Podgora”

Inaugurata una nuova Stazione dei Carabinieri a Sacrofano

ROMA 06 Luglio 2011 – Questo pomeriggio, alla presenza del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Generale C.A. Leonardo Gallitelli, si è tenuta la cerimonia di inaugurazione della neonata Stazione Carabinieri di Sacrofano.

 

La cerimonia ha avuto inizio con la consegna del Tricolore nazionale da parte del sindaco della cittadina, Valter Casagrande, a seguire l’Alzabandiera con l’Inno Nazionale eseguito dalla Banda musicale dell’Arma dei Carabinieri, gli onori ai caduti con la deposizione di una corona, e lo scoprimento dellatarga della Stazione.

 

Sono seguiti gli interventi del Comandante Provinciale dei Carabinieri di Roma, colonnello Maurizio Mezzavilla, del sindaco di Sacrofano, e del Comandante Generale dell’Arma. Al termine delle allocuzioni, gli onori finali, il taglio del nastro da parte della madrina della cerimonia, la signora Rosaria Liccardo, moglie del maresciallo capo Nicola Maria Russo, comandante della nuova Stazione, la benedizione dei locali da parte del vescovo di  Civita Castellana, Romano Rossi  e la visita della Caserma.

Oltre ad un folto pubblico di cittadini di Sacrofano, con in testa una festosa e colorata rappresentanza di bambini, una rappresentanza dell’Associazione Nazionale Carabinieri, e numerosi sindaci dei comuni limitrofi, alla cerimonia erano inoltre presenti il Senatore Domenico Gramazio, l’onorevole Tommaso Luzi, il Prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro, il Comandante Interregionale Carabinieri “Podgora”, Generale C.A. Stefano Orlando, il Procuratore della Repubblica di Tivoli Luigi De Ficchy, il Comandante della Legione Carabinieri “Lazio”, Generale B. Ilio Ciceri, il Questore di Roma, Francesco Tagliente, il comandante provinciale della Guardia di Finanza, Gen. B. Ignazio Gibilaro.

Il nuovo presidio, istituito per implementare il dispositivo di controllo del territorio in quell’area, risponde alle attese dei cittadini e tiene fede ad un impegno che l’Arma ha assunto con l’Amministrazione di Sacrofano, proprietaria del nuovo stabile ove la Stazione ha sede. L’area di competenza comprende l’intero territorio del Comune di Sacrofano.

 

 

Roma: cambio al vertice del comando provinciale carabinieri

ROMA 08 Ottobre 2010 – Questa mattina, presso la Caserma “Giovanni Frignani” di piazza San Lorenzo in Lucina, si è tenuta la cerimonia di passaggio di consegne al vertice del Comando Provinciale dei Carabinieri di Roma. Il Colonnello Maurizio Detalmo Mezzavilla ha assunto il Comando, cedutogli dal Generale di Brigata Vittorio Tomasone, destinato all’incarico di Comandante della Legione Carabinieri “Emilia Romagna”. Alla cerimonia erano presenti il Comandante Interregionale Carabinieri “Podgora”, Generale di Corpo d’Armata Stefano Orlando, e il Generale di Brigata Ilio Ciceri, Comandante della Legione Carabinieri “Lazio”.

Il Col. t.SG Maurizio Detalmo Mezzavilla è nato a Gradisca di Sedegliano (Udine) il 20 giugno 1958. Conseguita la maturità scientifica, ha frequentato, nel 1978, il 160° corso presso l’Accademia Militare di Modena e, quindi, nel 1980, il corso di Applicazione presso la Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma.

Nel corso della sua vita militare è stato:
– Comandante di Plotone e Compagnia presso il Battaglione Allievi Carabinieri di Iglesias (CA);
– Comandante della Compagnia CC Sicurezza di Comiso (RG) per le esigenze connesse con lo schieramento del sistema missilistico “Cruise”;
– Comandante della Compagnia CC di Villafranca di Verona;
– Comandante della Compagnia di Polizia Internazionale presso il Supremo Quartiere Generale Alleato (SHAPE) in Mons (Belgio);
– Comandante della Compagnia CC di Castelgandolfo (Roma);
– impiegato nell’ambito di INTERPOL nonché presso l’Ufficio Operazioni del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri;
– Ufficiale addetto presso l’Ufficio di Coordinamento e Pianificazione per le Forze di Polizia nell’ambito del Ministero dell’Interno;
– Comandante del Gruppo CC di Monza (MI);
– Comandante del Reggimento MSU (Multinational Specialized Unit) in Bosnia;
– Capo Ufficio Piani e Polizia Militare presso il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri.

Da settembre 2008 a settembre 2010 ha retto il Comando Provinciale Carabinieri di Messina.

Ha frequentato, tra gli altri, il 118° Corso Superiore di Stato Maggiore presso la Scuola di Guerra di Civitavecchia (Roma), il 2° Corso dell’Istituto Superiore di Stato Maggiore Interforze (ISSMI) ed il 97° Corso Superiore presso il NATO Defence College.

Inoltre ha frequentato, tra gli altri, il corso di Hostage Negotation presso la Metropolitan Police di Londra, lo stage per Forze di Polizia Europee presso la scuola della Police National di Clermond Ferrand (Francia), lo “Specialization Course on Rule of Law” a Madrid (Spagna).

Ha conseguito le lauree in Giurisprudenza presso l’Università di Parma, in Scienza della Sicurezza Interna ed Esterna presso l’Università “Tor Vergata” di Roma, in Scienze Internazionali e Diplomatiche presso l’Università di Trieste, nonché il master di 1° livello in “Peace Building Management” presso la Pontificia Facoltà Teologica San Bonaventura di Roma.

E’ insignito dell’onorificenza di Cavaliere della Repubblica e delle medaglie di anzianità di lungo comando e di servizio, oltre a medaglie per le missioni NATO e UE.

Roma: scambio di auguri al Comando Legione Carabinieri “Lazio”

ROMA 18 Dicembre 2009 – Il Generale di Corpo d’Armata Corrado Borruso, Comandante dell’Interregionale Carabinieri “Podgora”, questa mattina, si è recato presso la caserma “Giacomo d’Acqua” di piazza del Popolo, sede del Comando Legione Carabinieri “Lazio”, per il tradizionale scambio di auguri con il personale in vista delle prossime festività natalizie. Nell’occasione, il Generale Borruso è stato accolto dal comandante della Legione “Lazio”, Generale di Divisione Saverio Cotticeli. Alla presenza di una nutrita rappresentanza di militari in servizio dei vari comandi della Regione e di Carabinieri in congedo, ha conferito le Medaglie Mauriziane (*) e le Croci di Bronzo (**) al merito dell’Arma dei Carabinieri a 6 tra ufficiali e luogotenenti, tre dei quali deceduti prematuramente tra il 2005 e il 2007. Prima di recarsi a Piazza del Popolo, il Generale Borruso ha fatto al Nucleo Investigativo di via In Selci per porgere gli auguri per le prossime festività. Nell’occasione, il Comandante Interregionale “Podgora”  Borruso si è complimentato con i militari per la recente brillante operazione di servizio che ha portato all’arresto di 40 persone disarticolando così un’organizzazione criminale dedita al traffico internazionale di stupefacenti facente capo a Carmine Fasciani, noto boss della malavita romana.

* Medaglia Mauriziana al merito di 10 lustri di carriera militare:
istituita da Carlo Alberto di Savoia, con le Sovrane Magistrali Patenti del 19 luglio 1839, per dimostrare la riconoscenza della Nazione agli Ufficiali che, oltre ad avere già ottenuto la Croce dell’Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro, fossero rimasti in servizio alle armi per 10 lustri; con le leggi del 1954 e del 1956, è stata estesa ai Sottufficiali.
E’ intitolata a S. Maurizio, Generale romano a capo della leggendaria Legione Tebea, composta interamente da cristiani che, secondo la leggenda, nel 300 d.C., trasferita in Europa dalla Mesopotamia, sarebbe stata martirizzata durante le persecuzioni dell’Imperatore Diocleziano per essersi rifiutata di intraprendere azioni punitive contro i cristiani.
La medaglia d’oro reca l’immagine equestre di San Maurizio con la scritta “SAN MAURIZIO PROTETTORE DELLE NOSTRE ARMI”, mentre sul rovescio viene inciso il nome del decorato con la scritta “PER DIECI LUSTRI NELLA CARRIERA MILITARE. BENEMERITO”.
I requisiti principali per ottenere la Medaglia Mauriziana sono:
– 50 anni di servizio militare;
– comportamento altamente meritevole durante il servizio prestato.
La decorazione viene concessa dal Presidente della Repubblica su proposta del Ministro della Difesa.

** Croce di Bronzo al merito dell’Arma dei Carabinieri:
istituita nel 2000, è concessa, all’atto del congedo, su proposta del Comando di Corpo, ai Luogotenenti quale riconoscimento del contributo dato, nel tempo, ad aumentare il prestigio dell’Istituzione.
E’ composta da una croce con la granata dell’Arma e, sul retro, la scritta “AL MERITO DELL’ARMA DEI CARABINIERI”, con il nome dell’insignito e la data di inizio e fine servizio.
I requisiti richiesti sono:
– aver espletato almeno 40 anni di servizio effettivo ed almeno 7 anni di permanenza nella qualifica di Luogotenente;
– aver fornito il massimo rendimento negli ultimi 20 anni di servizio;
aver acquisito almeno un’altra alta onorificenza.