Archivi tag: complici

Roma: carabinieri ritrovano tir con armi e refurtiva

ROMA 16 Gennaio 2011 – Nella giornata di ieri, al termine di oltre 48 ore di incessanti ricerche attuate dai Carabinieri della Compagnia di Pomezia, che hanno setacciato il territorio di competenza, in particolare siti industriali dismessi, parcheggi isolati ed aree di sosta, è stato rinvenuto in un’area di servizio del Grande Raccordo Anulare, l’autoarticolato utilizzato dai malfattori la mattina del 12 Gennaio u.s., quando verso le ore 07.00 avevano perpetrato una efferata rapina con sequestro di persona presso un deposito della ditta CAFI SRL di via Pontina Vecchia, tutti incappucciati ed armati di pistole, picchiando e legando ai polsi mediante fascette di plastica gli operai presenti, rapinandoli di alcune migliaia di euro ed asportando un ingente quantitativo di elettrodomestici e caldaie, poi caricati sull’autoarticolato. Cinque di loro, originari della provincia di Napoli e Salerno, già conosciuti alle forze dell’ordine, erano stati bloccati subito dopo il colpo, a poca distanza dal deposito, dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Pomezia, mentre stavano gettando a terra passamontagna e guanti e stavano tentando di allontanarsi a bordo di due autovetture.
I militari dell’Arma, ieri mattina, hanno subito cinturato l’area ove era parcheggiato il TIR ed hanno effettuato accurati rilievi tecnici sul mezzo, al cui interno veniva rinvenuta tutta la refurtiva asportata durante l’azione criminosa, del valore stimato in oltre 100.000 euro nonche’ varie pistole utilizzate dai rapinatori ed un cospicuo quantitativo di indumenti ed oggetti vari che saranno ora inviati ai laboratori del RIS per i successivi esami tecnico-scientifici.
Intanto proseguono a tutto campo le indagini tese a risalire ad eventuali altri complici della banda, in collaborazione con altri reparti partenopei dell’Arma.

Roma: arrestato rapinatore, si cercano i due complici

ROMA 25 Marzo 2010 – E’ stato arrestato dai Carabinieri della Stazione di Roma Garbatella uno degli autori della rapina avvenuta il 27 maggio 2009, in via Ostiense ai danni di un’agenzia del Monte dei Paschi di Siena. L’arrestato, un romano di 31 anni, pregiudicato si trovava già ristretto ai domiciliari presso la propria abitazione. L’uomo all’epoca dei fatti, fece irruzione all’interno della filiale unitamente a due complici che, a volto scoperto e armati di taglierino si fecero consegnare dagli impiegati 11.000 Euro in contanti per poi dileguarsi facendo perdere le proprie tracce. Il GIP del Tribunale di Roma grazie agli elementi di prova raccolti dai Carabinieri della Stazione di Roma Garbatella, concordando con i risultati dall’attività investigativa, ha emesso un ordine di custodia di cautelare in carcere nei confronti del pregiudicato, che ammanettato è stato condotto presso il carcere di Regina Coeli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Sono ancora in corso le indagini per risalire agli altri due complici.

Roma: rubano rame e aggrediscono testimoni, Polizia arresta un uomo

ROMA 23 Febbraio 2010 – Si è introdotto all’interno di un deposito di via Passo Lombardo ed insieme ad altri complici, al momento in fase d’identificazione, ha asportato alcuni quintali di rame dandosi alla fuga a bordo di un furgone rubato.

I ladri, tutti nomadi, sono stati dapprima inseguiti da due automobilisti padre e figlio di 73 e 40 anni, che hanno assistito al furto; successivamente i fuggiaschi, accortisi di essere stati individuati, si sono fermati bruscamente per aggredire i due testimoni con calci, pugni ed armi improprie danneggiando anche l’autovettura. Infine dopo aver sottratto le chiavi del veicolo agli occupanti, hanno ripreso la loro fuga.

L’inseguimento è stato a questo punto proseguito da un terzo testimone, alla guida di un furgone, 30enne familiare degli altri due, ma all’altezza di Frascati, a causa di una manovra repentina del mezzo condotto dai nomadi è stato speronato, finendo fuori strada ed andando a sbattere contro un palo dell’illuminazione stradale.

Al sopraggiungere degli agenti della Polizia di Stato, nel frattempo chiamati dai primi testimoni, i malviventi hanno abbandonato il furgone e la refurtiva per darsi alla fuga nella campagna circostante. Poliziotti del Commissariato Casilino hanno effettuato immediatamente una battuta che ha permesso di rintracciare uno dei banditi, S.T. bosniaco di 31 anni, nascostosi all’interno di un canalone sottostante l’autostrada Roma-Napoli.

Condotto negli Uffici del Commissariato Casilino, il nomade, residente nel campo di via Marchetti, è stato arrestato per rapina impropria. Sono in corso indagini da parte della Polizia di Stato tese all’identificazione e al rintraccio dei complici dell’arrestato.