Archivi tag: Cosa Nostra

In memoria di D'Aleo, Bommarito e Morici, carabinieri uccisi dalla mafia

ROMA 12 Giugno 2011 – Lunedì 13 giugno 2011 ricorre il 28° anniversario dell’agguato, avvenuto a Palermo in via Cristofaro Scobar, in cui persero la vita il Capitano Mario D’Aleo, l’Appuntato Giuseppe Bommarito ed il Carabiniere Pietro Morici.

Per tale ricorrenza, alle ore 12.45, a Roma, in via Imera nr. 3, sarà deposta una corona d’alloro presso la lapide , che ricorda il tragico evento, dove il Capitano D’Aleo nacque e abitò con la famiglia prima di arruolarsi.

 

D’Aleo, 29enne Comandante della Compagnia Carabinieri di Monreale venne assassinato il 13 giugno del 1983 da killer di “Cosa Nostra” a bordo di due moto, sotto la sua abitazione, mentre l’Appuntato Giuseppe Bommarito ed il Carabiniere Pietro Morici, che erano con lui, furono uccisi in macchina, a poca distanza dal portone.

L’Ufficiale animato da senso del dovere ed attaccamento alle istituzioni, aveva sostituito il Capitano Emanuele Basile, ucciso tre anni prima sotto gli occhi della moglie e della figlia. Da lui aveva ereditato le indagini sui traffici illeciti gestiti dai clan di San Giuseppe Jato, Altofonte e Monreale.

 

In memoria di D’Aleo, Bommarito e Morici, carabinieri uccisi dalla mafia

ROMA 12 Giugno 2011 – Lunedì 13 giugno 2011 ricorre il 28° anniversario dell’agguato, avvenuto a Palermo in via Cristofaro Scobar, in cui persero la vita il Capitano Mario D’Aleo, l’Appuntato Giuseppe Bommarito ed il Carabiniere Pietro Morici.

Per tale ricorrenza, alle ore 12.45, a Roma, in via Imera nr. 3, sarà deposta una corona d’alloro presso la lapide , che ricorda il tragico evento, dove il Capitano D’Aleo nacque e abitò con la famiglia prima di arruolarsi.

 

D’Aleo, 29enne Comandante della Compagnia Carabinieri di Monreale venne assassinato il 13 giugno del 1983 da killer di “Cosa Nostra” a bordo di due moto, sotto la sua abitazione, mentre l’Appuntato Giuseppe Bommarito ed il Carabiniere Pietro Morici, che erano con lui, furono uccisi in macchina, a poca distanza dal portone.

L’Ufficiale animato da senso del dovere ed attaccamento alle istituzioni, aveva sostituito il Capitano Emanuele Basile, ucciso tre anni prima sotto gli occhi della moglie e della figlia. Da lui aveva ereditato le indagini sui traffici illeciti gestiti dai clan di San Giuseppe Jato, Altofonte e Monreale.

 

Operazione Iblis: 47 arresti in tutta la Penisola

CATANIA 03 Novembre 2010 – Blitz dei Carabinieri del Ros in Sicilia, Lazio, Toscana, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia. Colpiti esponenti di spicco di Cosa nostra, pubblici amministratori e imprenditori di Catania, indagati a vario titolo per associazione mafiosa, omicidio e altri reati.
Sono state ricostruite le recenti dinamiche di Cosa nostra catanese con documentati interessi criminali e infiltrazioni negli appalti pubblici e sequestrati beni per oltre 400 milioni di euro, comprendenti l’intero circuito economico di imprese, complessi commerciali, fabbricati e beni mobili dei sodalizi indagati.
Tra gli arrestati anche il deputato regionale Fausto Fagone (Popolari Italia Domani).