Archivi tag: Davide Peluzzi

Extreme Malangur 2015: di ritorno a Kathmandu la spedizione italiana in Nepal

Extreme Malangur 2015: in dirittura d’arrivo la spedizione italiana nella Rolwaling Valley, in Nepal, di ritorno a Kathmandu dopo tre intense settimane di esplorazione e ricerca.
“Quando l’Esplorazione diventa Cooperazione”… senza tralasciare la ricerca scientifica.

Dopo le precedenti spedizioni in Nepal: “Earth Mater 2011” e “Gaurishankar 2013 – Le Acque degli Dei”, lo scorso 12 ottobre l’Explora Nunaat International si è recata in terra nepalese con il progetto “Extreme Malangur 2015 – Sulle tracce dello Yeti”.


La spedizione italiana è stata impegnata in un territorio al confine con il Tibet in una valle denominata dai locali Rolwaling (dal tibetano rolwa, ‘depressione’ e ling, ‘luogo’) e riconosciuta come beyul, una ‘terra nascosta’ sacra al popolo Sherpa, consacrata alle divinità della zona e creata, secondo la tradizione popolare, dal santo tantrico Padmasambhava, meglio conosciuto come Guru Rinpoche. Luogo ove si ritiene ebbe origine la Dea Madre arcaica.


SPEDIZIONE TEAM DEFINITIVOIn attesa del ritorno in Italia del Team Explora, previsto per la prossima settimana, diamo uno sguardo ai molteplici obiettivi della spedizione:


Studio delle popolazioni locali Sherpa dal punto di vista antropologico e genetico (le ricerche condotte nel 2013 hanno evidenziato dei caratteri morfologici dentari con altissima frequenza nell’uomo di Neanderthal);
Indagini di tipo insediamentale presso il villaggio abbandonato di Bomdok, a quota 4700 m s.l.m.;
Ricerca sulle tracce dello Yeti/Gigantopithecus;
Ricerca sui microrganismi acquatici in ambienti estremi;
Esplorazione alpinistica del ghiacciaio Drolambau e di alcune vette;
Prosecuzione delle attività di cooperazione umanitaria iniziate nel 2011;
Monitoraggio della terribile situazione venutasi a creare a seguito del tragico terremoto dell’aprile di quest’anno.

Le ricerche genetiche e antropologiche sono condotte in collaborazione con l’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna – Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali (BiGeA). Responsabili scientifici: prof. Davide Pettener, prof.ssa Donata Luiselli. Ricercatore sul campo: dott. Marco Sazzini. Coordinatore sul campo: dott. Luca Natali.

La ricerca sui microrganismi acquatici è condotta in collaborazione con l’Università degli Studi dell’Aquila – Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali – Dipartimento di Scienze Ambientali. Responsabile scientifico: prof.ssa Diana Maria Paola Galassi. Ricercatore sul campo: dott. Marco Di Marcello. Coordinatore sul campo: dott. Luca Natali.

La cooperazione umanitaria prevede vari settori di intervento:

Ampliamento di un acquedotto ideato e realizzato dall’Explora Nunaat International nel corso della precedente spedizione del 2013, oltre al rafforzamento dei rapporti di collaborazione tra il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga e il Parco Nazionale nepalese del Gaurishankar Everest. Iniziative condotte in collaborazione con l’antropologo nepalese prof. Prem Kumar Khatry (presidente della SRDC di Kathmandu);

Donazione ai portatori d’alta quota, da parte della Bioapta di Montorio al Vomano, di un grande quantitativo di creme solari (protezione 200).

L’esplorazione alpinistica, oltre a rappresentare una vera e propria ricerca esplorativa in un luogo estremo himalayano, per lo più “ignoto” e denominato Malangur (‘grande scimmia’) sulle mappe nepalesi, costituirà la prosecuzione dell’indagine sulle tracce dello Yeti/Gigantopithecus iniziata nelle foreste a valle e un ulteriore tassello nella conoscenza del costituendo Parco Nazionale del Gaurishankar Everest.

Tutte le iniziative intraprese in campo scientifico e umanitario dalla Explora Nunaat International sono finalizzate alla conoscenza e alla salvaguardia della cultura delle popolazioni locali nepalesi e al loro sviluppo economico.

Continua a leggere Extreme Malangur 2015: di ritorno a Kathmandu la spedizione italiana in Nepal

Extreme Malangur 2015. Spedizione Italiana sull’Himalaya tra ricerca scientifica e cooperazione .

Un Progetto di ricerca ed esplorazione in una delle ultime frontiere dell’alpinismo himalayano.

Parte Lunedì 12 Ottobre la Spedizione Italiana Extreme Malangur 2015. Tutto è pronto nel Team di Explora Nunaat International per il ritorno in Nepal con una nuova spedizione che coniuga esplorazione e cooperazione, all’insegna della solidarietà e della ricerca scientifica.

La Spedizione porterà il Team Explora nell’area del Rolwaling Himal, tra remoti villaggi di Simigaon, Beding, Na, attraverso le foreste verticali del Gaurishankar, dai 1000 metri ai 3600 metri, alla ricerca dello Yeti – Gigantopiteco.

In ambienti remoti e selvaggi abitati dal cobra reale, da ragni giganti, sanguisughe e scimmie, la Spedizione italiana proseguirà per poi lasciarsi alle spalle l’ultimo villaggio estivo di Na a 4180 metri, dirigendosi nel profondo ghiacciaio Drolambau estremo, luogo himalayano, dove la presenza-credenza Sherpa dell’ “uomo delle nevi” è realtà e non leggenda.

Tali montagne vengono nominate sulle mappe nepalesi: Malangur che significa “grande scimmia”.

Davide Peluzzi, Presidente Explora Nunaat International: «L’esplorazione del Drolambau, non rappresenterà solo una “conquista” geografica ma anche un ampliamento delle possibilità di sviluppo economico per gli Sherpa della Rolwaling. Inoltre cercheremo di comprendere il motivo dell’abbandono del villaggio di Bomdok situato a 4800 metri in relazione ai cambiamenti climatici. Tale ricerche negli anni 2011 e 2013 ci hanno condotto nel 2015 ad ampliare le esplorazioni nel campo della conoscenza dei “misteri” dell’Himalaya, come nella ricerca del Gigantopitecus e della sua estinzione o presenza nelle valli perdute delle montagne Malangur dell’Everest».

La terza parte della spedizione ha un risvolto umanitario: il progetto prevede infatti l’ampliamento dell’acquedotto nel villaggio di Jagat iniziato nel 2013-14, in collaborazione con la SRDC del Prof. Prem K. Khatri e verrà data continuità e rafforzamento della promessa di Gemellaggio tra il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga e il Parco Nazionale nepalese del Gaurishankar Everest.

Dall’indomani del terribile terremoto del 25 Aprile scorso, Explora Nunaat International è fortemente impegnata nell’attività di ricostruzione nella Valle del Rolwaling, in Nepal.

L’esplorazione della Rolwaling Himal si svolgerà in collaborazione con il team degli amici DREAMERS DESTINATION di Mingma G. Sherpa.

Tra le varie tappe della Spedizione è previsto un collegamento in diretta satellitare con la RAI e con Radio Deejay nella giornata del 20 Ottobre.

Extreme Malangur 2015 è una missione “Unica”, che lega l’avventura, la ricerca, gli aiuti umanitari e le creatività, trasmettendo la conoscenza del pianeta Terra ai giovani per un mondo migliore, con una “visione” che unisce il passato ed il futuro, con un messaggio universale di Pace e Fratellanza tra i Popoli d’Italia e del Nepal.

Il Team Explora è costituito da: Davide Peluzzi – Capo Spedizione; Gaetano Di Blasio – Vice Capo Spedizione Alpinismo; Giorgio Marinelli –  Vice Capo Spedizione Logistica; Giuliano Di Marco – Alpinista e Logistica; Marco Di Marcello – Biologo – Ass. Guida – Traduttore; Giuseppe De Angelis – Logistica; Federico Di Felice – Logistica; Luca Natali – Archeologo – Resp. Riprese video – Ass. prelievi DNA; Marco Sazzini – Responsabile scientifico DNA – Ricercatore BiGeA; Emanuele Marafante – Resp. riprese video Droni; dr.Paolo Cocco, Vice Sindaco di Fara San Martino Chieti presente nelle prime due settimane per l’attivazione del gemellaggio con il villaggio di Beding nella Rolwaling.

Gli Sponsor della Spedizione Extreme Malangur 2015 sono:

– Sponsor della Spedizione Extreme Malangur 2015: UBISOFT Italia e Mico Sport.

– Sponsor tecnico della EXTREME MALANGUR EXPEDITION la Ditta COMA di Lolli Adriano… per riprese estreme ai “limiti” della Luce: la Ditta KONG per la fornitura delle placche d’acciaio per la messa in sicurezza della parete del ghiacciaio Drolambau; JMotion per la realizzazione ed editing di filmati.

– L’azienda BIO APTA sarà a fianco dell’Explora e delle popolazioni d’Himalaya con la donazioni di creme per l’altissima quota.

– Anche quest’anno il gruppo INTERMATICA SPA è partner per la comunicazione satellitare

dell’Explora nella Extreme Malangur Expedition 2015.

Explora Nunaat International è un’Associazione no-profit di esplorazione e ricerca in ambienti estremi nata nel 2007. Nel 2008, in occasione dell’Anno Internazionale Polare l’Associazione è stata premiata, per la spedizione in Artico (Groenlandia Orientale) con una medaglia e con una lettera di encomio a firma del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Nel 2011 l’Associazione ha effettuato una spedizione a fini umanitari in Himalaya, denominata Earth Mater. Nell’occasione sono stati intrapresi rapporti di cooperazione con il Governo del Nepal. In data 9 novembre 2011 è stato sottoscritto un protocollo d’intesa tra l’Associazione e il Governo del Nepal, rappresentato dal Sottosegretario alla cultura Jaya Ram Shestha, nei settori delle risorse idriche, sanità e turismo nel progetto denominato “Nepal – Gaurishankar 2013”. 
Un Team di Explora Nunaat International si recherà in Nepal nel mese di Ottobre con la Spedizione Italiana “Extreme Malangur 2015” che raggiungerà le sacre montagne dell’Himalaya alla ricerca dello Yeti.
Durante la spedizione “Extreme Malangur Expedition 2015” verranno portati ulteriori aiuti nei villaggi di Singati-Jagat-Simigaon e Beding-Na dove saranno donati anche dei telefoni satellitari.

Nepal Earthquake. Explora raccoglie la seconda tranche d’aiuti per Jagat

Nepal Earthquake Relief. “Una Luce per il Nepal”: raccolta la seconda tranche per la ricostruzione dell’acquedotto a Jagat.

Prosegue il percorso di solidarietà per il Rolwaling, in Nepal, dove Explora Nunaat ha avviato una serie di progetti di cooperazione internazionale assieme alla SRDC di Kathmandu.

Dopo l’invio della prima tranche d’aiuti, Explora ha ricevuto una donazione di 2.500 euro a sostegno della popolazione del Nepal dalla Parrocchia “Santi Anna e Gioacchino” di Lavinio Stazione ad Anzio (RM), che sarà destinata al completamento dell’acquedotto a Jagat.

Davide Peluzzi, Presidente Explora Nunaat International: «Grazie all’impegno ed umanità di Gaetano Di Blasio vice capospedizione Extreme Malangur Expedition 2015 e del componente Extreme Giuseppe De Angelis il primo obiettivo della ricostruzione dell’acquedotto, tramite la SRDC di Kathmandu, è stato raggiunto: ora passiamo alla seconda fase della ricostruzione delle case al villaggio di Beding».

«Come Gabriele D’Annunzio volle scritto sulla sua tomba…”io ho quel che ho donato”… è l’essenza della Vita».

L’acquedotto servirà per ripristinare l’acqua potabile a Jagat, grazie alla collaborazione degli Enti locali di Charicot e la SRDC di Kathmandu del Prof. Prem Kumar Khatri.

L’intervento di Explora Nunaat International si sta concentrando sui villaggi dimenticati della Rolwaling, dove da anni Explora ha intrapreso un aiuto concreto con la costruzione di un acquedotto assieme alla Ong Nepalese “Society for Resource Conservation Disaster Management and Community Development”, la SRDC di Kathmandu.

Un Team di Explora Nunaat International si recherà in Nepal nel mese di Ottobre con la Spedizione Italiana “Extreme Malangur 2015” che raggiungerà le sacre montagne dell’Himalaya alla ricerca dello Yeti.

Durante la spedizione “Extreme Malangur Expedition 2015” verranno portati ulteriori aiuti nei villaggi di Singati-Jagat-Simigaon e Beding-Na dove saranno donati anche dei telefoni satellitari.

Peluzzi: «Ora in Nepal non servono più le BELLE PAROLE ma buone mani e concretezza».

E’ già attivo un conto corrente su cui ognuno può effettuare il proprio versamento intestato a:

EXPLORA progetto presso la Banca TERCAS di Montorio al Vomano (TE) 

– IBAN: IT 19 P 06060 76930 CC0310052148 –

Tutte le donazioni verranno investite per ricostruire i villaggi degli sherpa nella Rolwaling Himal, una valle dell’Himalaya raggiungibile solo attraverso un impervio viaggio di 4/5 giorni.

L’Explora consiglia di non inviare materiali se non si hanno riferimenti di contatti diretti e affidabili in Nepal.

Explora Nunaat International è un’Associazione no-profit di esplorazione e ricerca in ambienti estremi nata nel 2007. Nel 2008, in occasione dell’Anno Internazionale Polare l’Associazione è stata premiata, per la spedizione in Artico (Groenlandia Orientale) con una medaglia e con una lettera di encomio a firma del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Nel 2011 l’Associazione ha effettuato una spedizione a fini umanitari in Himalaya, denominata Earth Mater. Nell’occasione sono stati intrapresi rapporti di cooperazione con il Governo del Nepal. In data 9 novembre 2011 è stato sottoscritto un protocollo d’intesa tra l’Associazione e il Governo del Nepal, rappresentato dal Sottosegretario alla cultura Jaya Ram Shestha, nei settori delle risorse idriche, sanità e turismo nel progetto denominato “Nepal – Gaurishankar 2013”. 

*Foto Explora Nunaat International; Gaurishankar Tourism ( Rolwaling area, Nepal ) .

Di seguito, le foto delle devastazioni che il Prof. Prem Khatry, della SRDC di Kathmandu, ha inviato.