Archivi tag: emergenza neve

Maltempo a Roma: raggiunte famiglie isolate e salvato un nigeriano quasi assiderato

ALTIPIANI DI ARCINAZZO – CARABINIERI A BORDO DI UN TRATTORE RAGGIUNGONO 3 FAMIGLIE RIMASTE ISOLATE IN UN RESIDENCE A CAUSA DELLA NEVE.

SALVATO ANCHE UN CITTADINO NIGERIANO TROVATO LUNGO LA STRADA QUASI ASSIDERATO.

ALTIPIANI DI ARCINAZZO (RM) o6 Febbraio 2012  – Ieri sera, ad Arcinazzo Romano, i Carabinieri della Stazione di Affile, insieme ad alcuni volontari del posto, sono riusciti a raggiungere a bordo di un trattore una zona isolata degli Altipiani di Arcinazzo dove 3 nuclei familiari, da tre giorni, erano rimasti intrappolati in un residence, ubicato in via Monte Altuino, a causa delle abbondanti nevicate del fine settimana. Per avvicinarsi alle loro abitazioni, i Carabinieri e i volontari hanno impiegato 4 ore, durante le quali, con ai piedi ciaspole da neve, con una motosega, hanno dovuto tagliare gli alberi caduti in strada che ostruivano il passaggio. Non solo: lungo la strada, al buio e a una temperatura di -10°, hanno salvato, quasi assiderato, un uomo di origini nigeriane di 40 anni che era uscito a piedi dal residence alla ricerca di cibo per sé e per gli altri. Tutte le persone soccorse sono state accompagnate al sicuro e al caldo presso un’altra struttura alberghiera della zona.

I Comuni ad est della capitale, San Gregorio da Sassola, San Polo dei Cavalieri, Marcellina, Cineto Romano, Licenza, Roccagiovine, Sant’Angelo Romano e Vicovaro sono tra i più colpiti e con gravi disagi dovuti all’interruzione della viabilità, al danneggiamento della rete elettrica e del servizio idrico.  Giorno e notte i Carabinieri  stanno ricevendo, al numero di emergenza 112, diverse richieste di soccorso da parte di cittadini isolati nelle proprie abitazioni, rimasti anche senza cibo né medicinali, alcuni  dei quali bisognevoli di urgenti cure.  Con l’aiuto del personale della protezione civile, squadre dell’Enel e dell’Acea, i militari hanno soddisfatto tutte le richieste d’aiuto dando priorità ai casi più urgenti: anziani e  malati.

In particolare, presso una casa di cura di Cineto Romano sono stati soccorsi 120 degenti, alcuni dei quali con gravi handicap, e personale sanitario, rimasti tutta la notte senza energia elettrica a causa della rottura del generatore di corrente. L’intervento dei soccorsi ha portato, in breve tempo, la situazione alla normalità.

A Roccagiovine, i Carabinieri sono intervenuti preso l’abitazione di un 78enne, paziente in dialisi, in condizioni di assoluta emergenza. Con l’intervento del personale sanitario dell’Ospedale di Tivoli, l’anziano è stato immediatamente trasportato presso il luogo di cura.

 

Continua emergenza maltempo: carabinieri e polizia in prima linea nei soccorsi

MALTEMPO – NUMEROSI INTERVENTI DEI CARABINIERI PER AIUTARE PERSONE IN DIFFICOLTA’. 25.000 CHIAMATE AL 112

IL SINDACO DI ROCCA PRIORA E IL PRESIDENTE DELLA COMUNITA’ MONTANA DEI CASTELLI ROMANI NEGLI UFFICI DELLA CASERMA DEI CARABINIERI DI FRASCATI PER ADEMPIERE LE LORO FUNZIONI, MEDICINALI PORTA A PORTA NEI COMUNI ISOLATI NELLA VALLE DELL’ANIENE.

 

ROMA 05 Febbraio 2012 – Per tutta la notte sono proseguiti gli interventi dei Carabinieri a Roma e Provincia volti a prestare soccorso a persone in difficoltà a causa dei disagi causati dalle precipitazioni nevose verificatesi nei giorni scorsi. Oltre 25.000, anche ieri, sono state le chiamate giunte ai centralini del numero di emergenza dei Carabinieri 112. Alberi che ostruivano le strade, anziani e malati aiutati ad uscire di casa, aiuti a persone alle prese con difficoltà varie per la formazione del ghiaccio, ma anche supporto logistico ad alcuni rappresentanti degli enti locali sono stati gli interventi più frequenti. Il sindaco del comune di Rocca Priora, zona tra le più colpite dal maltempo, ancora senza acqua e senza energia elettrica e con difficoltà di viabilità lungo le strade, è stato prelevato dai Carabinieri e accompagnato presso la caserma di Frascati per consentirgli di comunicare con enti e autorità governative. Analogo supporto logistico è stato prestato anche al Presidente della Comunità Montana dei Castelli Romani.

A Monteporzio Catone il maresciallo comandante della Stazione Carabinieri con un mezzo fuoristrada dell’Arma ha consegnata una bombola di ossigeno ad una persona malata. Sempre con i mezzi fuoristrada dell’Arma, i Carabinieri hanno trasportato persone dializzate dalla propria abitazione ai presidi medici nei comuni di Sacrofano, Cave, Genazzano, Pesognano. I Carabinieri della Compagnia di Subiaco stanno portando medicinali, porta a porta, alle famiglie rimaste isolate nei comuni della valle dell’Aniene. Molte le pattuglie impegnati sulle strade di Roma e Provincia per il controllo della circolazione stradale ed eventualmente aiutare gli automobilisti in difficoltà. Numerosi gli interventi in soccorso degli automobilisti alle prese con incidenti, fortunatamente non gravi, prevalentemente causati dal fondo stradale ghiacciato.

Ed è proseguito anche durante la scorsa notte l’impegno degli uomini della Questura Roma nel soccorso pubblico. Tra le chiamate al 113 quella arrivata alle ore 22.11 dal Policlinico Umberto I.Per le ore 23.00 all’aeroporto di Ciampino era infatti previsto l’arrivo di un’equipe medica per effettuare un espianto di cuore in ospedale.

A causa del ghiaccio sull’asfalto però, l’equipe medica si è trovata in difficoltà a raggiungere il nosocomio.

In breve tempo, la Sala Operativa della Questura ha inviato sul posto una Volante.

E’ dell’una di notte invece la telefonata al 113 di un neurochirurgo che doveva recarsi al Gemelli con urgenza.

Il medico, di turno presso il Policlinico, era stato chiamato per effettuare un intervento chirurgico d’urgenza, ma a causa del ghiaccio, non riusciva a prendere la sua vettura.

In questo caso, lo specialista, che ha avuto difficiolta a reperire altri mezzi di tradporto, è stato fatto salire a bordo della Volante della Questura ed accompagnato in ospedale.

Stessa procedura è stata adottata per un paziente in lista d’attesa per un trapianto di rene. Intorno alle ore 2.00 era stato chiamato dall’ospedale, che gli aveva comunicato la disponibilità ad effettuare l’intervento nella notte.

 

Emergenza neve a Roma

ROMA 05 Febbraio 2012 – Emergenza neve nella Capitale. Secondo i dati forniti dalla Polizia di Stato sono state oltre 24.000 le chiamate al 113 dalle ore 12:00 del 3 febbraio.

Di seguito un riepilogo in cifre della situazione:

  • Disposto impiego veicoli attrezzati (fuoristrada) delle Specialità della Questura, tra cui Artificieri e Polizia Fluviale, oltre a Fuoristrada del Reparto Mobile.
  • Principali interventi del 3 febbraio:

Ø     Minore di 13 mesi in difficoltà respiratoria bloccata ed accompagnata in ospedale da Polizia Stradale, che l’ha fatta salire a bordo.

Ø    Donna in gravidanza in procinto di partorire trasportata in ospedale da Volante Questura.

Ø    Disabile abilitata alla guida in crisi di panico “guidata” da operatore della Sala Operativa della Questura a riprendere la marcia e seguita via telefono fino al rientro a casa.

Ø      Donna con figlia di 2 giorni scesa da un treno rimasto bloccato alla stazione Giustiniana e accompagnata a casa con la figlia a Bracciano con fuoristrada Artificieri.

Ø      Intervento Artificieri lungo la via Braccianense in soccorso di circa 50 persone rimaste bloccate. Gli Artificieri della Questura hanno dovuto lasciare il veicolo e proseguire a piedi, rimanendo con i cittadini fino all’arrivo di ruspe che hanno liberato la strada.

Ø    Fuoristrada del Reparto Mobile impegnati nel corso della notte nella distribuzione di carburante agli automobilisti bloccati sul GRA.

Ø    Fuoristrada e Volanti hanno prestato supporto a Protezione civile nel corso della notte.

Ø    Nr.2 operai ACEA accompagnati al posto di lavoro per effettuare  operazioni di soccorso.

Ø    A Zagarolo si e’ provveduto a prestare soccorso ad altro convoglio con oltre 400 persone a bordo facilitando le operazioni di trasbordo dei passeggeri su altro treno creato appositamente per il caso.

Ø    Presso l’Aereoporto di Ciampino sono stati annullati nr.3 voli ed i passeggeri sono stati posti nelle condizioni di poter trascorrere una notte al caldo in attesa della nuova riapertura dell’Aereoscalo.

Ø    Una Volante ha provveduto a staffettare un ambulanza con partoriente a bordo presso il Nosocomio di Bracciano ove la stessa e’ giunta con parto Aperto. A seguire lo stesso equipaggio si è recato in localita’ Trevignano per prelevare la Ginecologa che, altrimenti, non avrebbe raggiunto il posto di lavoro.

Ø     Presso l’Aeroporto di Fiumicino diverse persone bloccate poichè impossibilitate a raggiungere le proprie destinazioni per  mancanza di mezzi pubblici sono stati assistiti da personale della Polaria. I numerosi mezzi pesanti bloccati sulla Via Pontina sono stati fatti defluire da personale delle Volanti e delle Autoradio dei commissariati.

Ø    Presso la Stazione dei Treni di S.Pietro a causa di due convogli annullati sono stati soccorse circa 150 persone, tranquillizzate e poste in condizioni di poter attendere il convoglio successivo.

  • Interventi del 4 febbraio:

Ø     Numerosi pazienti sottoposti a dialisi sono stati accompagnati presso strutture sanitarie per sottoporsi a terapie a bordo di Fuoristrada Polizia di Stato.

Ø     A Colleferro il Dirigente del Commissariato ha coordinato interventi anche per ripristino viabilità. Gli agebti del Commissariato hanno anche utilizzato motoseghe per contribuire a ripristinare la viabilità rimuovendo alberi caduti.

Ø     In ambito urbano alcuni equipaggi delle Volanti hanno allontanato gruppi di bambini che giocavano sotto rami pericolosi per perso della neve.

Ø     In zona Flaminio un altro minore è stata portato in ospedale con difficoltà respiratorie da un Fuoristrada della Polizia di Stato.

 

Numerosi operatori della Sala Operativa della Questura di Roma hanno dato piena disponibilita’ a prestare servizio continuativo senza interruzione per 2 o piu’ turni lavorando anche 24 ore di seguito sostituendo di fatto i vari colleghi che, a causa del maltempo, non sono riusciti a raggiungere la sede di servizio.