Archivi tag: Francofonte

Francofonte: M. Grazia Ippolito eletta coordinatrice cittadina UDC

Maria Grazia Ippolito FRANCOFONTE 10 Aprile 2010 – Ieri pomeriggio, nel corso di un incontro molto partecipato che ha avuto luogo presso la sala Monfalcone a Francofonte, Maria Grazia Ippolito, 28 anni, è stata nominata coordinatrice comunale del Movimento giovanile locale dell’Udc proprio alla presenza del coordinatore provinciale, Seby Bandiera, che ha incoraggiato i ragazzi presenti a far tesoro dell’esperienza maturata dal movimento in tutti questi anni nel territorio siracusano. Nell’esprimere il proprio ringraziamento per la scelta fatta, la nuova coordinatrice comunale ha rappresentato ai presenti la volontà di collaborare con l’Amministrazione comunale per dare vita ad iniziative che possano valorizzare le risorse giovanili della comunità di Francofonte e il desiderio di far conoscere gli ideali e l’identità dell’Udc ai giovani di Francofonte, dialogando anche con gli altri partiti e le associazioni presenti sul territorio per rintracciare valori condivisi e progetti da portare avanti insieme. Nel corso della conversazione che ne è scaturita, molti dei giovani presenti hanno lanciato numerose idee che potranno diventare iniziative nei prossimi giorni, con vivo apprezzamento per la nascita della nuova creatura espresso da parte del vice-segretario cittadino del partito, Di Bartolo, presente all’incontro, insieme al coordinatore cittadino del Movimento giovanile di Floridia Andrea Noè e al Presidente del Consiglio provinciale di Siracusa, Michele Mangiafico.

GELATE RISARCITE

Siracusa – Decreto di calamità per Carlentini, Lentini e Francofonte, colpite dalle gelate che dal 16 al 19 febbraio dello scorso anno colpirono le province di Catania, Enna e Siracusa.
Lo ha firmato il ministro delle Politiche agricole, Luca Zaia, accogliendo così in parte le richieste avanzate dalle comunità colpite dal maltempo nel 2008.
“È sicuramente un risultato positivo per i lavoratori – ha commentato il segretario generale della Fai Cisl, Giuseppe Linzitto – Il decreto servirà ad assicurare il pagamento totale delle giornate previste (fino a 151) anche a chi, a causa delle gelate, fu costretto a limitare la propria attività. Insomma anche coloro i quali chiusero l’anno con 5 o 10 giornate beneficeranno del pagamento di quanto dovuto attingendo al numero di giornate effettivamente lavorate nell’anno precedente, cioè nel 2007”.
Il segretario della Fai di Siracusa, comunque, sottolinea la necessità di estendere il decreto anche a tutti gli altri comuni della provincia. “In quei giorni – dice – il maltempo e le gelate colpirono le campagne e le coltivazioni di tutto il siracusano. Per questo chiediamo al Ministro di rivedere il decreto ed assicurare così la compensazione di quanto dovuto ai lavoratori attingendo al Fondo di solidarietà nazionale”.
La Fai Cisl ricorda, infine, che tutte le sedi comunali sono a disposizione di quanti devono presentare la domanda di disoccupazione che scade il prossimo 31 marzo.

GELATE RISARCITE

Siracusa – Decreto di calamità per Carlentini, Lentini e Francofonte, colpite dalle gelate che dal 16 al 19 febbraio dello scorso anno colpirono le province di Catania, Enna e Siracusa.
Lo ha firmato il ministro delle Politiche agricole, Luca Zaia, accogliendo così in parte le richieste avanzate dalle comunità colpite dal maltempo nel 2008.
“È sicuramente un risultato positivo per i lavoratori – ha commentato il segretario generale della Fai Cisl, Giuseppe Linzitto – Il decreto servirà ad assicurare il pagamento totale delle giornate previste (fino a 151) anche a chi, a causa delle gelate, fu costretto a limitare la propria attività. Insomma anche coloro i quali chiusero l’anno con 5 o 10 giornate beneficeranno del pagamento di quanto dovuto attingendo al numero di giornate effettivamente lavorate nell’anno precedente, cioè nel 2007”.
Il segretario della Fai di Siracusa, comunque, sottolinea la necessità di estendere il decreto anche a tutti gli altri comuni della provincia. “In quei giorni – dice – il maltempo e le gelate colpirono le campagne e le coltivazioni di tutto il siracusano. Per questo chiediamo al Ministro di rivedere il decreto ed assicurare così la compensazione di quanto dovuto ai lavoratori attingendo al Fondo di solidarietà nazionale”.
La Fai Cisl ricorda, infine, che tutte le sedi comunali sono a disposizione di quanti devono presentare la domanda di disoccupazione che scade il prossimo 31 marzo.