Archivi tag: furto

Roma: minaccia il padre, arrestato grazie a noto social network

ROMA 03 Dicembre 2010 – Rapina, stupefacenti, furto, violenza sessuale. Questo ed altro nella curriculum criminale di M.M. pregiudicato romano di 30 anni. L’uomo è stato arrestato ieri mattina dagli agenti del Commissariato di Frascati, diretto dal dr. Ermino Massimo Fiore, dopo l’ennesimo reato compiuto questa volta nei confronti del proprio padre e della sua famiglia.
Lo scorso 29 settembre il genitore si era recato negli uffici della Polizia. Lui, la sua seconda moglie e il figlioletto avuto da quest’ultima erano stati oggetto di minacce da parte di M.M., il figlio avuto dal precedente matrimonio.
L’uomo ha raccontato agli agenti che la sera prima aveva incontrato il figlio nei pressi del casello autostradale di Monte Porzio Catone, per consegnare del contante al figlio.
Lì infatti avvenivano di solito gli incontri tra i due finalizzati a consegne di denaro.
Questa volta la richiesta era più alta. M.M. voleva un appartamento. Al suo rifiuto il figlio lo ha spinto contro l’autovettura e con una grossa pietra lo ha minacciato, facendo riferimenti anche al resto della famiglia.
Poi, un’altra pretesa: un’autovettura a noleggio.
Con la scusa di dovere prendere i documenti per poter noleggiare l’auto e soddisfare la richiesta, torna a casa e, mentre il figlio lo stava aspettando in strada, telefona al 113 chiedendo aiuto alla Polizia di Stato.
Prima dell’arrivo degli agenti, M.M. si allontana facendo perdere le tracce.
Mentre i poliziotti del Commissariato di Frascati stavano tranquillizzando il genitore, M.M. ha telefonato al padre rinnovando le minacce per lui e la sua famiglia, aggiungendo che avrebbe mandato qualcuno a prendere dei soldi.
Immediate le note di ricerca. Da accertamenti è merso che M.M. era stato più volte denunciato per aver minacciato il padre e la sua famiglia.
Data la pericolosità, gli agenti hanno richiesto all’Autorità Giudiziaria l’emissione della misura cautelare in carcere nei confronti di M.M, che nel frattempo si era reso irreperibile.
Nei giorni scorsi la svolta. L’uomo ha utilizzato un noto social network per comunicare con l’ex moglie.
I poliziotti sospettando che i due potessero incontrarsi, hanno tenuto d’occhio l’abitazione della donna.
Ieri mattina il blitz. M.M. era nascosto in una rientranza esterna della struttura perimetrale dell’abitazione raggiungibile solo tramite la finestra di una camera.
Alla vista della Polizia M.M. ha iniziato a dare in escandescenza minacciando di autolesionarsi, ma con professionalità gli operanti sono riusciti a calmarlo.
Condotto negli Uffici del Commissariato di Frascati, al termine delle formalità di rito è stato arrestato e condotto presso il carcere di Velletri a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Roma: vandali distruggono istituto per disabili

ROMA 24 Novembre 2010 – Sembrava fosse passato un uragano all’interno dell’Istituto “Leonarda Vaccari” di viale Angelico: porte divelte dal telaio, distributori di bevande staccati dalla parete, vetrate infrante, tubi dell’acqua corrente rotti ed un corridoi completamente allagato.
Questo lo scenario che si è offerto agli agenti del Commissariato Aurelio, quando sono intervenuti nel comprensorio scolastico questa notte.
E’ stata una dipendente del turno di notte a telefonare al 113, segnalando alla Polizia di Stato di sentire alcuni rumori provenire dal II piano.
Appena sono entrati al piano terra i poliziotti del Commissariato Prati hanno notato un giovane che stava correndo alla ricerca di una via di fuga.
Immediatamente gli agenti lo hanno rincorso, seguendolo fin sotto il seminterrato, dove è stato visto entrare nella falegnameria.
Qui è stato trovato mentre provava a nascondersi dietro alcune strutture in legno.
Tra le mani stringeva un sacco dell’immondizia contenente un lettore DVD sottratto all’interno di un ufficio dell’Istituto.
Nelle tasche, il giovane identificato per S.L. 19enne romano, aveva piccoli portachiavi, modellini di autovetture, bottoni, materiale da cancelleria, alcune capsule di anfetamine ed un coltello da cucina con una lama di 12 cm.
S.L., piuttosto agitato e violento, è stato accompagnato presso gli uffici del Commissariato Prati, diretto dal dott. Bruno Failla, ed è stato arrestato per furto, danneggiamento aggravato, resistenza a pubblico ufficiale e porto abusivo di arma.
Da ulteriori indagini effettuate nell’immediatezza dagli investigatori, è emerso che S.L. nel corso dell’incursione era in compagnia di un 16enne, che è stato poi rintracciato e denunciato in stato di libertà per furto e danneggiamento aggravato.

Catania: peculato e furto al Garibaldi, 47 indagati

CATANIA 13 Maggio 2010 – La Procura Distrettuale della Repubblica di Catania, a seguito di investigazioni del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni di Catania, ha iscritto nel registro degli indagati 47 persone, di queste 25 sono ritenute responsabili di peculato e le altre 22 di furto.
In pratica, gli odierni indagati utilizzavano le linee telefoniche dell’azienda ospedaliera “Garibaldi” per compiere chiamate ad utenze mobili proprie o di conoscenti prevalentemente al fine di ricaricarle, a danno dell’ente pubblico. Gli indagati sono dipendenti dell’azienda o persone che si trovavano ad avere la disponibilità anche temporanea delle linee telefoniche.
L’indagine, coordinata dal sostituto procuratore Alessandro La Rosa, ha preso avvio dopo una denuncia, per presunto traffico “anomalo”, presentata dalla direzione della citata azienda ospedaliera alla Polizia Postale. Oltre centomila euro il valore del traffico disconosciuto dall’azienda.
Gli investigatori, dopo avere acquisito un elevato numero di tabulati telefonici, hanno verificato, anche grazie all’ausilio di software per l’analisi dei traffici telefonici, le utenze destinatarie delle telefonate. I successivi interrogatori, unitamente agli accertamenti sui luoghi di lavoro e sul personale di servizio presente, hanno permesso di definire le presunte responsabilità penali degli indagati. I vantaggi economici percepiti direttamente dai singoli autori vanno da poche decine ad alcune centinaia di euro.