Archivi tag: Generale di Brigata Gianpaolo Mirra

Afghanistan: militari italiani intitolano un’aula al Gen. Ghori

​I militari del contingente italiano ad Herat hanno intitolato un’aula multimediale della base militare al Generale Muhiuddin Ghori, capo del 207° Corpo d’Armata, morto lo scorso 29 novembre in un incidente aereo durante un volo.

Alla cerimonia hanno preso parte le più alte cariche civili, militari e religiose di Herat e il figlio del Gen. Ghori che ha scoperto la targa commemorativa posta all’ingresso dell’aula.

Il Comandante del TAAC – W, Generale di Brigata Gianpaolo Mirra, ha ricordato il collega scomparso: “l’intitolazione di questa aula travalica il semplice gesto dovuto. Noi oggi ricordiamo un Ufficiale, un Comandante, un uomo che amava il suo paese al punto di accettare di donare la sua vita per la libertà dell’Afghanistan. Il Generale Ghori, per me, non è stato solo il Comandante del 207° Corpo d’Armata ma anche un amico leale”. “Al figlio – ha aggiunto il gen. Mirra –  lascio il ricordo delle nostre chiacchierate quando lui mi raccontava il rammarico per il tempo sottratto alla famiglia. Ma il Generale Ghori aveva una famiglia più grande ed era tutto il popolo afgano”.

L’aula polifunzionale di Camp Arena, che da oggi porta il suo nome, rappresenta un importante ausilio didattico per lo svolgimento delle attività dei Military Advisor Team (MAT). Presso la struttura, dotata di computer e ausili visivi, sono state, nei mesi scorsi, pianificate e condotte importanti operazioni di assistenza alla forze di difesa afgane come l’operazione Salma Dam, l’importante pianificazione della Winter Campaign e le operazioni che hanno consentito di respingere gli insorti nell’area di Farah.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Afghanistan: Carabinieri addestrano le forze di polizia afghane

Afghanistan - 5° corso “Crime Scene Investigation” Oggi i carabinieri del Police Advisor Team (PAT) hanno portato a termine il 5° corso “Crime Scene Investigation” (CSI), il quarantesimo di quelli svolti negli ultimi sei mesi dai militari dell’Arma impiegati nel Train Advise Assist Command West (TAAC-W), a guida Brigata “Pinerolo”.

I poliziotti dell’Afghan Border Police che hanno conseguito la qualifica di insegnanti sono stati in totale 300, nei quali è anche compresa un’aliquota di donne. Di questi 170 sono stati qualificati nell’ultimo trimestre, a testimonianza dello sforzo e dell’attività di addestramento via via crescente da parte dei Militari italiani.

Le attività addestrative del tipo “Train-the-trainer” abilitano i poliziotti, già istruttori, alla mansione di insegnanti così da consentire alla polizia afgana di formare e certificare, in piena autonomia, nuovi istruttori presso gli istituti di formazione locali.

Le attività di Train Advise and Assist condotte in questi mesi si sono incentrate sulla assistenza alla polizia locale nella pianificazione delle loro operazioni, nelle attività di raccolta di informazioni ai fini investigativi, nella standardizzazione delle procedure in operazioni congiunte e infine nell’assistenza degli organi di staff nella pianificazione e  risoluzione di problemi legati alla logistica.

Il Comandante del TAAC-W , Generale di Brigata Gianpaolo Mirra, ha espresso al Ten. Col. Antonio Bruno, Comandante del PAT, grande soddisfazione per l’eccezionale lavoro svolto dai carabinieri che con la loro professionalità hanno conquistato la fiducia e la stima dei colleghi afgani.

I Carabinieri del PAT sono provenienti dal 1° Reggimento Paracadutisti “Tuscania”, dal 7° “Trentino-Alto Adige” e dal 13° “Friuli-Venezia Giulia”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Afghanistan: Il Vice Comandante della missione Resolute Support in visita a Camp Arena

gen-castellano-incontra-con-gen-ghori
Il Gen. Castellano con il Gen. Ghori

Il Generale di Divisione Rosario Castellano, Vice Comandante della Missione NATO Resolute Support (RS), è giunto ieri ad Herat per una visita al Contingente italiano.

Ad accoglierlo il Generale di Brigata Gianpaolo Mirra, Comandante del Train Advise Assist Command West (TAAC – W).

Il Generale Castellano, già Comandante della Regione Ovest durante la missione ISAF ad Herat nel 2009, si è recato, assieme al Comandante del TAAC-W e al Comandante del 207° Corpo d’Armata Afghano, in visita presso la ex base spagnola di “QAL’HE-YE NOW”, a nord di Herat, dove gli è stato presentato il progetto “Expeditionary Advisor Team” (EAT), che prevede l’invio di team di Advisor “a domicilio”, con il compito specifico di addestramento e formazione delle unità dell’esercito e della polizia dislocati nell’area di responsabilità del TAAC.

Al rientro a Camp Arena, il Vice Comandante di RS è stato aggiornato dal Generale Mirra sui progressi effettuati dalla Missione, in particolare in relazione alle attività di addestramento e consulenza (Train Advise Assist)  in favore delle Forze di Sicurezza locali.

Infine l’Alto Ufficiale, salutando i militari italiani di stanza ad Herat ha le parole di elogio espresse dal Gen. Ghori (nella foto), Comandante del 207° Corpo d’Armata afghano, che si è detto estremamente soddisfatto della positiva e fattiva collaborazione che nel tempo si è consolidata con il contingente italiano ed ha concluso il suo intervento ricordando che: “Il vostro impegno e la vostra serietà  professionale  sono la giusta espressione dell’essere militari italiani”.

Questo slideshow richiede JavaScript.