Archivi tag: Giuseppe Conte

Il Presidente Conte incontra il Presidente dello Stato d’Israele Rivlin

Rafforzare la cooperazione tra Italia e Israele nell’ambito della lotta al terrorismo e della cyber sicurezza.

 

 

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha ricevuto il 16 novembre a Palazzo Chigi la visita del Presidente dello Stato di Israele, Reuben Rivlin.

La visita cade nel settantesimo anno della nascita dello Stato di Israele, ad un anno dalla stessa ricorrenza temporale del suo riconoscimento da parte dell’Italia. Anniversario che per il Presidente del Consiglio sarà celebrato con onori delle istituzioni italiane per sottolineare la forte amicizia tra i due Stati.

Nel corso dell’incontro Conte e Rivlin hanno affrontato i temi di interesse regionale nel quadro dei cambiamenti in atto nell’area mediterranea e del Medio Oriente.

Il Presidente Conte ha espresso preoccupazione sul rischio di escalation di violenze registratesi negli ultimi giorni a Gaza e ha espresso l’auspicio di un duraturo cessate il fuoco che consenta a tutte le parti di alleviare la crisi umanitaria in quelle località.

Conte e Rivlin hanno inoltre espresso la volontà di rafforzare la cooperazione tra Italia e Israele nell’ambito della lotta al terrorismo. Allo stesso modo hanno concordato sulla necessità di una maggiore collaborazione industriale in settori ad alta tecnologia come la cyber sicurezza, lo spazio e l’intelligenza artificiale.

 

 

 

Courtesy Presidenza del Consiglio dei Ministri



Libia. Delegazioni di alto livello alla Conferenza di Palermo

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha dichiarato che tutti i paesi interessati dalla crisi libica hanno confermato la loro partecipazione ai massimi livelli nella conferenza di Palermo che si terrà a metà novembre.

Conte ha detto ai giornalisti in una conferenza stampa in Tunisia che il presidente francese Emmanuel Macron ha assicurato che la Francia dedicherà la massima attenzione alla conferenza, descrivendo il supporto francese come una chiave per la conferenza di Palermo.

Conte ha sottolineato che il consolidamento delle istituzioni e lo sviluppo economico in Libia progrediranno solo attraverso un processo guidato dall’ONU di un dialogo completo e di una riconciliazione globale, che rispetti la natura specifica del popolo libico.

 

Tra le delegazioni libiche che parteciperanno alla Conferenza di Palermo sulla Libia prevista dal 12 al 13 novembre saranno presenti 19 donne, 12 personalità che fanno capo al passato regime di Muammar Gheddafi, 25 provenienti da Tripoli, 20 provenienti dalla Cireanaica, 37 dal Fezzan e 14 diplomatici.

Sono attesi a Palermo anche l’ex ministro degli Esteri e rappresentante all’Onu Abdel Rahman Shalgham.

Maltempo, il Presidente Conte in Sicilia

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, è stato in Sicilia per monitorare le emergenze causate dal maltempo degli ultimi giorni. Giunto a Palermo, ha sorvolato in elicottero le aree colpite, successivamente si è recato al Policlinico del capoluogo siciliano per incontrare i famigliari delle vittime di Casteldaccia. Nella sede della Prefettura ha partecipato a una riunione operativa e in seguito ha tenuto un punto stampa.
Il Presidente Conte rimane in costante contatto con il Dipartimento della Protezione Civile per avere aggiornamenti sulla situazione nelle altre aree del Paese.

 

«È da settimane che la nostra Penisola è martoriata da eventi meteorologici particolarmente violenti. Prima la Calabria, la Sicilia e la Sardegna, poi dal 27 ottobre il Veneto, il Friuli Venezia Giulia, le province di Trento e Bolzano, nonché la Liguria e il basso Lazio. Il vento e le intense precipitazioni hanno causato vittime e ingenti danni. Già nei giorni scorsi il bilancio era tragico: 17 persone decedute, tantissime famiglie evacuate, interi territori distrutti – scrive Il Presidente del Consiglio in un post di Facebook – le precipitazioni delle ultime ore soprattutto in Sicilia incrementano il tragico bilancio: 12 nuovi decessi e un disperso in provincia di Palermo e nell’agrigentino».

«Dobbiamo ringraziare il pronto intervento del servizio di protezione civile e l’intera macchina dei soccorsi per avere soccorso la popolazione e avere garantito interventi di ripristino delle infrastrutture danneggiate per consentire la ripresa, quanto più rapida, delle normali condizioni di vita.

«In questi giorni mi sono mantenuto sempre in costante contatto con il Capo del Dipartimento Protezione Civile per avere un aggiornamento continuativo. Dopo avere firmato i provvedimenti necessari a gestire l’emergenza, mi accingo a convocare il Consiglio dei Ministri, la prossima settimana, per deliberare lo stato di emergenza.
Con la deliberazione dello stato di emergenza il Governo disporrà lo stanziamento delle prime risorse e adotterà gli interventi necessari a superare l’emergenza.

«Il mio commosso pensiero va alle vittime di queste sciagure e ai loro familiari. E ancora una volta rinnovo la vicinanza a tutte le popolazioni colpite ed esprimo il mio personale ringraziamento alle donne e agli uomini del Servizio nazionale della Protezione civile che sono intervenuti e ancora stanno intervenendo per prestare soccorso.

«Questa mattina sono in Sicilia: sto effettuando un sopralluogo nel palermitano e nell’agrigentino. Nei prossimi giorni sarò al Nord: porterò di persona la deliberazione sullo stato di emergenza, non appena l’avremo adotta in Consiglio dei Ministri».

 

Attivo il numero solidale 45500

Per sostenere le popolazioni colpite dal maltempo, è attivo da oggi il numero solidale 45500. L’iniziativa, promossa dal Dipartimento della Protezione Civile su richiesta dei territori colpiti dal maltempo dei giorni scorsi, permette di donare due euro inviando un sms solidale o effettuando una chiamata da rete fissa.