Archivi tag: gruppo di fuoco

Vox Maris: arrestato albanese che capeggiò gruppo di fuoco

CIAMPINO (RM) – Lo scorso 18 febbraio, durante una festa di cittadini dell’Est Europa, un commando composto da tre uomini fece irruzione all’interno della discoteca “Vox Maris” di Ciampino, aprendo il fuoco all’impazzata e ferendo tre persone tra cui un trentenne, cittadino albanese, con precedenti, colpito con un colpo di pistola alla gamba destra. Le successive indagini, volte all’identificazione degli autori dell’agguato, e condotte dai militari del Nucleo Operativo di Castel Gandolfo in collaborazione con i militari della Tenenza di Ciampino, hanno consentito di raccogliere gravi e concordanti indizi di colpevolezza a carico di un cittadino albanese di 24 anni, già conosciuto alle Forze dell’Ordine, ritenuto il capo del commando che fece irruzione nella discoteca. I Carabinieri della Compagnia di Castel Gandolfo hanno eseguito quindi nei confronti dell’indagato l’Ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Velletri per tentato omicidio, mentre sono ancora in corso le indagini per scoprire l’identità degli altri complici.

 

In memoria dei poliziotti Mea e Ollanu

ROMA 03 Maggio 2011 – Oggi ricorre il 32° anniversario della morte del Maresciallo di P.S. Antonio Mea e dell’Appuntato di P.S. Pierino Ollanu.

Oggi il Questore di Roma Francesco Tagliente alle ore 9.00 ha deposto due corone di alloro a nome del Capo della Polizia Prefetto Dr. Antonio Manganelli.

I due poliziotti, allora Guardie di Pubblica Sicurezza, furono barbaramente trucidati da un commando terroristico il 3 maggio del 1979.

Quel giorno 13 uomini delle Brigate Rosse, componenti un gruppo di fuoco, attaccarono la sede del Comitato Regionale per il Lazio della DC in piazza Nicosia.

I brigatisti agirono divisi in tre gruppi.

Due gruppi fecero irruzione all’interno dell’edificio e, dopo aver immobilizzato i presenti, collocarono nell’edificio 4 ordigni esplosivi per poi scappare con documenti riservati.

Un altro rimase all’esterno, davanti all’ingresso, per contrastare eventuali interventi delle Forze dell’Ordine.

La Volante della Polizia con a bordo il Maresciallo Antonio Mea e l’Appuntato Pierino Ollanu, fu la prima a giungere sul posto e venne colpita da sventagliate di mitra non appena sotto tiro.

Antonio Mea morì sul colpo, mentre Pierino Ollanu trasportato in ospedale, morì alcuni giorni dopo a seguito delle ferite riportate.

Un terzo agente, componente della pattuglia, rimase gravemente ferito.

Le indagini svolte dalla Digos consentirono di individuare tutti i componenti dell’attentato che vennero arrestati e condannati all’ergastolo.

La prima corona è stata deposta sulla lapide commemorativa presente in Piazza Nicosia e la seconda, su quella posta al Commissariato Trevi Campo Marzio dove i due poliziotti prestavano servizio.

Alla cerimonia hanno partecipato i familiari delle vittime e l’agente che rimase ferito nell’attentato, Vincenzo Ammirata, e rappresentanti delle altre Forze dell’Ordine e delle Istituzioni.

 

Roma: gruppo di fuoco assalta deposito e rapina ostaggi, arrestati

ROMA 13 Gennaio 2011 – Un gruppo di fuoco è entrato in azione ieri in un deposito di via Pontina Vecchia, nel comune di Ardea, incappucciati ed armati. Dopo aver immobilizzato i 12 operai presenti, li hanno rapinati. Cinque di loro, tutti originari della provincia di Napoli, già conosciuti alle forze dell’ordine, sono stati bloccati subito dopo il colpo dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Pomezia.
Quattro operai sequestrati sono dovuti ricorrere alle cure mediche.
Gli arrestati si trovano nel carcere di Velletri a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.