Archivi tag: Ignazio la Russa

Convegno “Radio e televisione: parole e immagini che hanno fatto l’Italia”

ROMA 22 Febbraio 2011 – Italia Protagonista organizza per il 24 febbraio 2011 un convegno dal titolo “Radio e televisione: parole e immagini che hanno fatto l’Italia”. Interverranno Maurizio Gasparri, Ettore Bernabei, Gianni Boncompagni, Gianni Bisiach, Fedele Confalonieri, Roberto Gervaso, Giovanni Minoli e Ignazio La Russa. Modera Pietrangelo Buttafuoco. Il convegno si terrà alle ore 17,30 presso la Sala del tempio di Adriano in Piazza di Pietra a Roma.

Afghanistan: militare italiano ucciso da un cecchino nella valle del Gulistan

FARAH 31 Dicembre 2010 – Un militare italiano è morto in Afghanistan colpito da un cecchino nel distretto del Gulistan, nell’ovest del Paese. Il militare italiano è stato ucciso “a seguito di un colpo di arma da fuoco” come ha confermato lo Stato maggiore della Difesa.
L’alpino è il caporal maggiore Matteo Miotto: era in forza al 7/o reggimento alpini di Belluno ed è stato ucciso mentre era in servizio all’interno della base avanzata ‘Snow’ nella valle del Gulistan. Miotto, 24 anni, veneto di Thiene, si trovava in Afghanistan da luglio.

Il Gulistan, in provincia di Farah, è una delle zone più ‘calde’ del settore affidato al controllo dei militari italiani, al confine con l’Helmand, dal primo settembre operano gli alpini del 7/o reggimento di Belluno, che costituiscono l’ossatura della Task force south east, composta anche da militari di altri reparti.
Il 4 ottobre scorso, proprio nella valle del Gulistan, si verificò l’imboscata in cui morirono altri quattro soldati italiani. L’area affidata al controllo degli alpini, denominata Box Tripoli, era un tempo sotto comando statunitense.
Negli ultimi mesi i militari italiani hanno portato avanti una serie di iniziative, tra le quali anche quattro progetti di cooperazione civile-militare.
Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha appreso con profonda commozione la notizia dell’uccisione del militare italiano impegnato nella missione per la pace e la stabilità in Afghanistan. Il presidente, si legge in una nota, ha espresso i suoi sentimenti di solidale partecipazione al dolore dei famigliari del caduto e al cordoglio delle Forze armate.
Il Ministro della Difesa Ignazio La Russa, appresa la notizia del decesso del Caporal Maggiore Matteo Miotto del 7° reggimento Alpini in Afghanistan, ha inviato al Gen. C.A. Giuseppe Valotto, Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, il seguente telegramma:
“La notizia della morte del Primo Caporal Maggiore Matteo Miotto, avvenuta questa mattina in Afghanistan colpito da un cecchino durante un servizio armato, mi ha profondamente amareggiato. In questa tristissima circostanza, voglia accogliere i sentimenti di sincero cordoglio delle Forze Armate e la mia sentita personale partecipazione al gravissimo lutto che ha colpito l’Esercito”.
Il Ministro, inoltre, ha inviato il seguente telegramma alla famiglia del militare deceduto:
“In questo dolorosissimo momento partecipo con profonda commozione, unitamente a tutto il personale delle Forze Armate, alla perdita di Matteo, generosamente impegnato in una missione di grande valore umanitario. Il suo ricordo rimarrà per sempre nella memoria di chi crede nella pace e nella solidarietà fra i popoli.
Vogliate accogliere le espressioni delle più sentite condoglianze”.
Il Ministro La Russa, a seguito dell’uccisione del caporal maggiore Miotto, ha annullato l’incontro previsto il 2 gennaio 2011 a Courmayer con i militari feriti in missioni in Afghanistan.
Il ritorno della salma è previsto per la mattina di domenica 2 gennaio alle ore 10:00 allo scalo militare dell’aeroporto di Ciampino, con un volo partito da Herat.

4 Novembre 2010: verso i 150 anni dell'Unità d'Italia

4 Novembre 2010 ROMA 31 Ottobre 2010 – ”I festeggiamenti del Giorno dell’Unità Nazionale e della Giornata delle Forze Armate, quest’anno, saranno particolarmente significativi perché anticipano il 150° anniversario dell’Unità d’Italia”.

Con queste parole il Ministro della Difesa, Ignazio La Russa, ha aperto la conferenza stampa di presentazione delle manifestazioni organizzate in occasione del 4 novembre, che si è tenuta nel pomeriggio del 26 ottobre.

Mostre storiche, esibizioni, concerti di fanfare e bande delle Forze Armate: è ricco il calendario di iniziative che dal 4 al 7 novembre interesseranno 23 città italiane.

”È un nuovo modo di festeggiare il Giorno dell’Unità Nazionale e la Giornata delle Forze Armate inaugurato tre anni fa”, ha detto il Ministro La Russa ringraziando quanti hanno reso possibile realizzare questo grande evento: dalle Forze Armate alle Amministrazioni locali, agli sponsor.

”L’evento conclusivo – ha aggiunto il Ministro della Difesa – sarà l’ormai tradizionale grande concerto di Piazza del Popolo, a Roma”. Sul palco salirà un grande artista della musica leggera, Biagio Antonacci, che sarà preceduto dalla Fanfara dei Bersaglieri e dal passaggio delle Frecce Tricolori.

Novità di quest’anno i concerti che si terranno in 8 città con artisti di musica leggera e Bande delle Forze Armate.

”Abbiamo iniziato oggi ( 26 ottobre, ndr ) a Trieste – ha detto il Ministro – in occasione del 56° anniversario del ritorno della Città all’Italia, dove, tra l’altro, nella meravigliosa Piazza dell’Unità d’Italia si è tenuto il concerto del Maestro Giovanni Allevi”.

Venerdì 5 novembre sarà la volta di Gigi D’Alessio a Catania, mentre sabato 6 novembre a Firenze canterà Enrico Ruggeri.

Altre quattro città ospiteranno le Bande musicali delle Forze Armate: il 6 novembre a Torino ci sarà la Banda dell’Arma dei Carabinieri, a Bologna la Banda della Marina e a Caserta la Banda dell’Esercito. Domenica 7 L’Aquila ospiterà invece la Banda dei Granatieri di Sardegna.

Il programma dei festeggiamenti prevede l’apertura di oltre 150 caserme in tutta Italia, per migliorare la conoscenza dei compiti delle attività svolte dalle Forze Armate, oltre all’iniziativa ”caserme in piazza” con l’allestimento di stand espositivi dedicati al tema ”Le Forze Armate verso il 150° anniversario dell’Unità d’Italia”.

Lo stesso tema è al centro delle conferenze nelle scuole, che da qualche giorno hanno avuto inizio.

”Sono 20 le Regioni interessate a questa iniziativa”, ha detto il Ministro Ignazio La Russa sottolineando che lo scorso anno aderirono 294 Istituti scolastici e 37.740 studenti, con una crescita del 32% rispetto al 2008.

Roma anche quest’anno sarà teatro di numerosi eventi: dal 4 al 7 novembre, la mostra storica ”Le Forze Armate per l’Indipendenza e l’Unità d’Italia”al Circo Massimo.

Il 3 novembre al Museo delle Bandiere, in Piazza Venezia, aprirà la mostra ”Omaggio al tricolore”.

”Oltre ai cimeli storici – ha spiegato il Ministro della Difesa – ci sarà anche una rivisitazione, ardita ma non troppo, del nostro Tricolore da parte dei migliori stilisti italiani”.

Infine, il 9 e il 10 novembre il CASD (Centro Alti Studi Difesa) ospiterà il convegno dal titolo ”Il risorgimento e l’Europa. Attori e protagonisti dell’Unità d’Italia nel 150° anniversario”.

”La Bandiera nazionale – ha detto il Ministro La Russa – racchiude i valori della nostra comunità che 150 anni fa ebbe bisogno del sacrificio, dell’impegno e della dedizione di tantissimi giovani per passare da Nazione a Stato”.

Eroi del Risorgimento che, ha aggiunto il Ministro, erano poco più che ventenni: “Mameli aveva 21 anni quando scrisse l’Inno – ha spiegato – e lo stesso Cavour aveva solo 40 anni quando divenne uno dei principali artefici dell’Unità d’Italia. Un’Italia ricca di sfaccettature, di tasselli che ci uniscono in uno splendido mosaico”.

Alle celebrazioni del Giorno dell’Unità Nazionale e della Giornata delle Forze Armate ha collaborato anche la Camera di Commercio: nei centri storici dei capoluoghi di provincia sarà realizzato un concorso per l’allestimento delle vetrine dei negozi sul tema del 150° anniversario e del 4 novembre.

Nel corso della conferenza stampa il Ministro ha poi illustrato il nuovo portale del Ministero della Difesa, “più visitabile, moderno, con tanti link, approfondimenti e maggiore visibilità per le quattro Forze Armate” ed ha annunciato che dal 2 novembre sarà on line il backstage degli eventi previsti a Roma al Circo Massimo, con il reportage live dal 4 novembre.

Diretta web anche per il concerto di Piazza del Popolo, sempre a Roma domenica 7 novembre, sul sito www.difesa.it e sui siti delle Forze Armate: www.esercito.difesa.it; www.marina.difesa.it; www.aeronautica.difesa.it; www.carabineri.it.