Archivi tag: Massimiliano Latorre e Salvatore Girone

Il Ministro Trenta riceve i fucilieri di Marina Latorre e Girone

“Il 15 febbraio del 2012 è un giorno che va tenuto bene a mente, perché è il giorno in cui inizia il calvario dei nostri due marò, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. Dopo quasi 7 anni la loro storia non è ancora finita. Oggi li ho incontrati, separatamente come previsto, per esprimergli non solo la vicinanza di questo governo, ma di tutto il Paese, perché in questi casi occorre che tutte le forze politiche e civili, indistintamente, si mostrino unite e compatte intorno ai nostri due fucilieri di Marina”.

Così il Ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, al termine dei colloqui avuti la mattina del 10 Settembre, a Palazzo Baracchini, con i due fucilieri di Marina, Latorre e Girone.

Un incontro cordiale, durante il quale il Ministro ha parlato a lungo con i due marò, che arriva a poco più di un mese di distanza dal 22 ottobre, giorno in cui si aprirà davanti ai giudici dell’Aja l’arbitrato per stabilire chi tra Italia e India dovrà giudicare i militari.

 

 

Courtesy Ministero della Difesa

Giornata della Marina Militare. Pinotti: presidio di legalità contro la pirateria, esempio di umanità verso gli immigrati.

La Giornata della Marina è stata celebrata a Palazzo Marina alla presenza del Ministro della Difesa Roberta Pinotti e del Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli e del Capo di Stato Maggiore della Marina, l’Ammiraglio di Squadra Giuseppe De Giorgi.

ROMA 10 Giugno 2014 – La Marina Militare celebra oggi una delle pagine più importanti della sua storia: l’impresa di Premuda. Il 10 giugno 1918 il Comandante Luigi Rizzo e il Guardiamarina Giuseppe Aonzo, al comando dei “MAS 15” e “MAS 21” attaccarono una formazione navale austriaca affondando la corazzata “Santo Stefano”.

Una delle più significative e ardite azioni compiute sul mare durante la 1ª Guerra Mondiale alla quale è stata dedicata la Giornata della Marina Militare, istituita il 13 marzo 1939.

Ricorrenza celebrata questa mattina a Palazzo Marina, alla presenza del Ministro della Difesa Roberta Pinotti che nel suo intervento ha sottolineato più volte l’importante ruolo svolto dalla Marina italiana nel Mediterraneo, grazie anche alla posizione geografica centrale, e quindi altamente strategica, del nostro Paese.

Il Ministro ha ringraziato i marinai d’Italia per il contributo quotidianamente offerto nella missione Mare Nostrum, dispositivo che coniuga il valore umanitario a quello del contrasto alla criminalità: “Non potete, non possiamo essere lasciati soli – ha aggiunto il Ministro – l’Europa e le principali Organizzazioni internazionali devono aiutarci a sostenere il peso e la fatica di questo straordinario impegno”.

Ieri a tal proposito un portavoce dell’Onu ha affermato che l’Italia non può essere lasciata sola. Serve una risposta internazionale.

latorre e gironeAl termine della cerimonia il collegamento in videoconferenza da Nuova Delhi con i due Fucilieri di Marina, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone.

Ricordando che il governo e il Dicastero stanno percorrendo tutte le strade possibili per una giusta conclusione della vicenda, il Ministro Pinotti ha evidenziato l’importanza del sostegno ottenuto in proposito dall’Europa e dalla Nato. “I nostri marò – ha detto – erano in missione antipirateria, coperti dall’immunità funzionale e questo certifica l’alveo internazionale in cui deve essere inquadrata la vicenda”.

Nel corso della cerimonia il Ministro Pinotti ha consegnato le onorificenze – due Medaglie d’Argento al Valor di Marina e tre Medaglie di Bronzo al Valor di Marina – a militari che si sono particolarmente distinti nello svolgimento delle loro attività.

 

Courtesy www.difesa.it 

Vicenda Maro’: Consiglio fa propria la delibera per richiesta arbitrato Unclos

Rosolini (SR ) 01 Marzo 2014 – Il Consiglio Comunale di Rosolini ha appena approvato all’unanimità, pochi minuti dopo la mezzanotte del 28 febbraio, il recepimento della delibera dell’Amministrazione sui Marò, su richiesta del consigliere Salvatore Giummarra. Intanto, anche l’Anci Sicilia ha chiesto a tutti Comuni dell’Isola l’adozione della delibera che chiede l’applicazione del Diritto Internazionale nella risoluzione della vicenda, come previsto dal Trattato UNCLOS, la Convenzione delle Nazioni Unite sul Diritto del Mare.

Durante la seduta il Vicesindaco Salvo Latino ha espresso la volontà del Comune Rosolini di conferire la cittadinanza onoraria ai due Marò, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, trattenuti illegalmente in India, ed alle loro famiglie. #maroliberi #marò

Di seguito link alla seduta del civico consesso del centro elorino nel momento della trattazione del punto all’ordine del giorno sulla vicenda dei Marò.

http://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&v=XL9EtO7zSJw#t=13328