Archivi tag: Paolo Borsellino

Palermo: Bennardo Raimondi al memorial per Emanuela Loi

PALERMO 08 Ottobre 2010 – Bennardo Raimondi, l’artigiano palermitano vittima di usura che vuole vendere un rene per curare il figlio disabile, darà la propria testimonianza di coraggio e disperazione domani alle 17 presso il Centro sportivo di via Evangelista Di Blasi, 100, in occasione del memorial “Emanuela Loi”, organizzato nella ricorrenza del compleanno dell’agente della scorta di Paolo Borsellino morta con gli altri nella strage di via D’Amelio.
L’iniziativa rientra fra quelle organizzate dall’Associazione sportiva dilettantistica di ispirazione cristiana “Alpha Athletic” per tenere viva la memoria di tutti gli uomini dello Stato vittime di mafia. L’Asd a breve riceverà la designazione ufficiale quale Sezione sportiva antimafia.
Domani saranno in campo le rappresentanze femminili di ciascuna Forza dell’ordine, le squadre femminili della Ludos calcio e del Comune e le Rosanero girls della Curva Nord dello stadio.
L’Asd ha assunto l’impegno di raccogliere fondi per sostenere la drammatica situazione di Raimondi, che domani proporrà in vendita le proprie ceramiche.
Il 16 novembre inizierà il campionato antimafia di calcio a 11 maschile, tra 12 squadre di scuole superiori e 12 squadre anche delle Forze dell’ordine.

Palermo: l'Italia ricorda via D'Amelio a 18 anni dalla strage

PALERMO 19 Luglio 2010 – Era il 19 luglio del 1992 in via D’Amelio a Palermo quando una Fiat 126 parcheggiata con 100 chili di tritolo a bordo, esplose uccidendo il giudice Paolo Borsellino e gli uomini della sua scorta: Emanuela Loi, Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Eddie Walter Cosina e Claudio Traina.

Nel luogo della strage, un albero d’ulivo ricorda le vittime.

Oggi ricorre il 18esimo anno dall’attentato, e Palermo così come tutta l’Italia, rende omaggio a sei uomini dello Stato uccisi da Cosa Nostra.

Un’agenda rossa, come quella trafugata il giorno della strage dalla borsa di cuoio di Paolo Borsellino e che non è stata ancora ritrovata, è il simbolo delle manifestazioni di quest’anno.

Numerose le adesioni alle manifestazioni previste in ricordo dalle diverse regioni italiane e molti i cittadini presenti a Palermo per ricordare le vittime.

All’interno della caserma “Pietro Lungaro” a Palermo, sede del Reparto scorte, il vice capo della Polizia Francesco Cirillo, il questore Alessandro Marangoni, il sindaco di Palermo Diego Cammarata e altre autorità presenti, partecipano alla deposizione della corona d’alloro che il presidente del Senato Renato Schifani ha posato sulla lapide che ricorda le vittime della strage.

Nella cappella della caserma alle 11 si è tenuta la Santa Messa e a mezzogiorno anche il presidente della Commissione antimafia Giuseppe Pisanu deporrà una corona d’alloro sulla lapide che ricorda le vittime.

Due cortei attraverseranno le strade di Palermo. Il primo, che partirà alle 18, unirà via D’Amelio e l’albero Falcone; e il secondo alle 20:una suggestiva fiaccolata silenziosa, partirà da piazza Vittorio Veneto per arrivare intorno alle 23 in via D’Amelio.

Palermo: l’Italia ricorda via D’Amelio a 18 anni dalla strage

PALERMO 19 Luglio 2010 – Era il 19 luglio del 1992 in via D’Amelio a Palermo quando una Fiat 126 parcheggiata con 100 chili di tritolo a bordo, esplose uccidendo il giudice Paolo Borsellino e gli uomini della sua scorta: Emanuela Loi, Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Eddie Walter Cosina e Claudio Traina.

Nel luogo della strage, un albero d’ulivo ricorda le vittime.

Oggi ricorre il 18esimo anno dall’attentato, e Palermo così come tutta l’Italia, rende omaggio a sei uomini dello Stato uccisi da Cosa Nostra.

Un’agenda rossa, come quella trafugata il giorno della strage dalla borsa di cuoio di Paolo Borsellino e che non è stata ancora ritrovata, è il simbolo delle manifestazioni di quest’anno.

Numerose le adesioni alle manifestazioni previste in ricordo dalle diverse regioni italiane e molti i cittadini presenti a Palermo per ricordare le vittime.

All’interno della caserma “Pietro Lungaro” a Palermo, sede del Reparto scorte, il vice capo della Polizia Francesco Cirillo, il questore Alessandro Marangoni, il sindaco di Palermo Diego Cammarata e altre autorità presenti, partecipano alla deposizione della corona d’alloro che il presidente del Senato Renato Schifani ha posato sulla lapide che ricorda le vittime della strage.

Nella cappella della caserma alle 11 si è tenuta la Santa Messa e a mezzogiorno anche il presidente della Commissione antimafia Giuseppe Pisanu deporrà una corona d’alloro sulla lapide che ricorda le vittime.

Due cortei attraverseranno le strade di Palermo. Il primo, che partirà alle 18, unirà via D’Amelio e l’albero Falcone; e il secondo alle 20:una suggestiva fiaccolata silenziosa, partirà da piazza Vittorio Veneto per arrivare intorno alle 23 in via D’Amelio.