Archivi tag: Prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro

Il no dei questori e prefetti alla marcia su Roma. La querela degli organizzatori.

QUESTORI E PREFETTI DI ROMA E LATINA: NO AL CORTEO CON TRATTORI, AUTOTRENI E ALTRI MEZZI PESANTI DA LATINA A ROMA PREAVVISATO PER IL 30 GENNAIO.

ROMA 28 Gennaio 2012 – Motivi di ordine e sicurezza pubblica, mobilità ed economia delle singole realtà locali sono alla base dei provvedimenti adottati nelle ultime ore dal Questore di Latina Alberto Intini e dal Questore di Roma Francesco Tagliente rispetto all’iniziativa preavvisata e pubblicizzata dal movimento Dignità sociale per il 30 gennaio,  con l’impiego mezzi pesanti (tra cui anche trattori), che, in segno di protesta rispetto alle recenti scelte governative di settore, andrebbero a creare notevoli disagi alla circolazione.

In particolare i promotori hanno rappresentato l’intenzione raggiungere la Capitale con trattori, autotreni e altri mezzi di trasporto, partendo dalla strada statale Pontina altezza Migliara 47 (località San Donato) in provincia di Latina, per poi, attraverso la via Cristoforo Colombo, approdare al Circo Massimo a Roma.

In virtù dei rischi legati all’ordine pubblico ed alla mobilità delle due province del Lazio, il Questore di Latina e il Questore di Roma hanno vietato lo svolgimento della manifestazione preavvisata, anche in relazione all’annunciato utilizzo dei trattori ed altri mezzi pesanti, che verrebbero in questo modo utilizzati con modalità d’impiego difformi rispetto a quelle previste dalle normative vigenti.

All’iniziativa i promotori hanno invitato a partecipare anche manifestanti di altre province, tra cui Frosinone e Campobasso.

Non escludendo l’ipotesi che, nonostante i divieti adottati dai Questori di Roma e Latina, l’iniziativa possa comunque richiamare l’arrivo frammentato nella Capitale di mezzi pesanti e agricoli, anche a piccoli gruppi, per poi concentrarsi al Circo Massimo o in altro punto della città, il Prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro ha adottato un’ordinanza di necessità e di urgenza con la quale prescrive il divieto di circolazione sul territorio dell’intera provincia di Roma dal 30 al 31 gennaio di tutte le macchine agricole, nonché per tutti gli altri mezzi pesanti e veicoli commerciali destinati al trasporto degli stessi, ad eccezione dei soli veicoli adibiti al trasporto merci. Il provvedimento è stato adottato al fine di evitare che le modalità della manifestazione preavvisata possano tradursi nella compromissione dell’ordine pubblico, nonché dei diritti dei cittadini e degli operatori economici, che, a causa dei prevedibili disagi, sarebbero impossibilitati a muoversi sui predetti territori, anche generando rischi per la sicurezza stradale.

Analogo provvedimento d’urgenza è stato emesso dal Prefetto di Latina Antonio D’Acunto con la prescrizione del divieto di circolazione sul territorio dell’intera provincia di Latina, per il giorno 30 gennaio, di tutte le macchine agricole, nonché per tutti gli altri mezzi pesanti e veicoli commerciali destinati al trasporto degli stessi, ad eccezione dei soli veicoli adibiti al trasporto merci. Il provvedimento è stato adottato al fine di evitare che mezzi agricoli e pesanti possano confluire alla manifestazione preavvisata e vietata dal Questore in località San Donato, determinando la compromissione dell’ordine e della sicurezza pubblica e generando rischi per la sicurezza stradale.

Al riguardo equipaggi di tutte le Forze e Corpi di polizia impegnate sul territorio delle due province, monitoreranno il traffico veicolare, adottando i provvedimenti del caso in presenza di violazioni dei predetti provvedimenti interdittivi, con il conseguente ritiro della carta di circolazione ed il sequestro degli stessi veicoli.

E con l’arrivo del divieto di manifestazione per il corteo di “Dignità sociale”, che aveva annunciato per lunedì la sua marcia sulla Capitale, puntuale la risposta degli organizzatori. “In data odierna alle ore 17,30 si e’ riunita l’Assemblea del Comitato “Dignita’ Sociale”,presenti oltre 500 Delegati e rappresentanti di tutto il territorio,ove all’unanimita’ e’ stato deciso di Querelare il Questore di Latina Alberto Intini per gravi reati commessi per il divieto che ha posto alla manifestazione della marcia su Roma del 30.01.2012 alle ore 6 da Latina a Roma.

L’Autorita’ di Governo ha chiesto ad una delegazione del Movimento di incontrarsi a Roma Mercoledi’ prossimo per concordare le modalita’ e giorno per la marcia su Roma.

L’assemblea al fine di evitare scontri violenti con le Forze dell’Ordine che sono apprezzate dal Popolo Italiano e per organizzare su Roma da varie parti del Territorio Nazionale,ha accolto l’invito,si riserva di far conoscere il giorno e l’ora in cui ci sara’ la marcia su Roma del Popolo Italiano senza bandiere di Sindacati e di Partiti”.

Inaugurata una nuova Stazione dei Carabinieri a Sacrofano

ROMA 06 Luglio 2011 – Questo pomeriggio, alla presenza del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Generale C.A. Leonardo Gallitelli, si è tenuta la cerimonia di inaugurazione della neonata Stazione Carabinieri di Sacrofano.

 

La cerimonia ha avuto inizio con la consegna del Tricolore nazionale da parte del sindaco della cittadina, Valter Casagrande, a seguire l’Alzabandiera con l’Inno Nazionale eseguito dalla Banda musicale dell’Arma dei Carabinieri, gli onori ai caduti con la deposizione di una corona, e lo scoprimento dellatarga della Stazione.

 

Sono seguiti gli interventi del Comandante Provinciale dei Carabinieri di Roma, colonnello Maurizio Mezzavilla, del sindaco di Sacrofano, e del Comandante Generale dell’Arma. Al termine delle allocuzioni, gli onori finali, il taglio del nastro da parte della madrina della cerimonia, la signora Rosaria Liccardo, moglie del maresciallo capo Nicola Maria Russo, comandante della nuova Stazione, la benedizione dei locali da parte del vescovo di  Civita Castellana, Romano Rossi  e la visita della Caserma.

Oltre ad un folto pubblico di cittadini di Sacrofano, con in testa una festosa e colorata rappresentanza di bambini, una rappresentanza dell’Associazione Nazionale Carabinieri, e numerosi sindaci dei comuni limitrofi, alla cerimonia erano inoltre presenti il Senatore Domenico Gramazio, l’onorevole Tommaso Luzi, il Prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro, il Comandante Interregionale Carabinieri “Podgora”, Generale C.A. Stefano Orlando, il Procuratore della Repubblica di Tivoli Luigi De Ficchy, il Comandante della Legione Carabinieri “Lazio”, Generale B. Ilio Ciceri, il Questore di Roma, Francesco Tagliente, il comandante provinciale della Guardia di Finanza, Gen. B. Ignazio Gibilaro.

Il nuovo presidio, istituito per implementare il dispositivo di controllo del territorio in quell’area, risponde alle attese dei cittadini e tiene fede ad un impegno che l’Arma ha assunto con l’Amministrazione di Sacrofano, proprietaria del nuovo stabile ove la Stazione ha sede. L’area di competenza comprende l’intero territorio del Comune di Sacrofano.

 

 

Roma: attenzione alle periferie, potenziato il commissariato di Anzio-Nettuno

ROMA 04 Dicembre 2010 – Il nuovo assetto del Commissariato Anzio-Nettuno, elevato a rango dirigenziale, è stato ufficializzato dal Questore di Roma Francesco Tagliente questa mattina, in occasione di una visita al personale ed al Dirigente dr. Antongiulio Cassandra.
La nuova veste organizzativa del Commissariato, decretata con provvedimento del Ministro dell’Interno, è stata proposta dal Questore di Roma al Capo della Polizia, in linea con il progetto per la sicurezza della Questura della provincia di Roma e varato lo scorso agosto.
La proposta della Questura è stata valutata d’intesa con il Prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro, sulla base di un attento monitoraggio delle esigenze del territorio, e sulla necessità di creare dei presidi in grado di rispondere in modo sempre più compatibile con le esigenze dei cittadini delle aree che si trovano a distanza dal centro urbano.
Maggiore attenzione verso le periferie dunque, come confermato dal Questore alla presenza di Carlo Eufemi (Sindaco di Ardea) e Luciano Bruschini (Sindaco di Anzio), nonché di Alberto Andolfi (Vice Sindaco di Nettuno), testimoniando l’impegno assunto in occasione di precedenti incontri tenutisi presso lo stesso Commissariato in occasione dei quali erano stati discusse le problematiche della zona.
Confermato anche l’impegno assunto nello stesso mese di settembre per la stampa e la consegna decentrata dei passaporti presso il Commissariato, garantendo maggiori standard del servizio al pubblico. In questo modo, come sottolineato dal Questore, sono stati ridotti i tempi di rilascio dei titoli per l’espatrio e, nel contempo, è stato possibile decongestionare il carico di lavoro dell’Ufficio Passaporti centrale di Villa Ricotti.
In occasione della visita il Questore ha rilanciato l’importanza del partenariato tra Forze di Polizia e cittadini, oltre che con gli operatori economici e le altre Istituzioni, chiamati a condividere le risorse operative e conoscitive per il comune obiettivo della sicurezza reale e percepita.
Il Questore ha quindi illustrato il piano di controlli straordinari disposto il 20 novembre scorso in occasione delle festività di fine anno ed esteso anche alle zone della provincia oltre che del centro cittadino, con l’attenzione rivolta essenzialmente ai reati predatori (furti, scippi e rapine), oltre che alle forme di illegalità tipiche di questo periodo, come ad esempio il commercio di giocattoli e fuochi d’artificio fuori legge, pericolosi soprattutto per i più piccoli.