Archivi tag: prodotti ittici

Vibo Valentia: arrestato commerciante, vendeva pesce guasto

VIBO VALENTIA 16 Maggio 2010 – Nuovo arresto dei Carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia, al comando del Cap. Stefano Di Paolo, operato nei confronti di un venditore di prodotti ittici.
A finire nella rete degli uomini della Stazione Carabinieri di Vibo Marina è stato Francesco Vatano, pescatore 46enne di Vibo Marina, che, nelle prime ore di sabato, è stato sorpreso dagli uomini dell’Arma mentre, a bordo della propria auto dotata di altoparlanti e microfono, stava tranquillamente gironzolando per le frazioni del capoluogo bandendo il pesce posto in bella mostra nel cofano del proprio mezzo.
I Carabinieri appena hanno fermato l’uomo hanno immediatamente avvertito l’odore nauseabondo proveniente dai 35 kg. di prodotti ittici lasciati all’aria aperta senza alcuno strumento di protezione e letteralmente invasi dai parassiti.
Immediata è stata la richiesta di intervento indirizzata alle autorità sanitarie cittadine che hanno decretato l’inidoneità al consumo umano degli alimenti e la necessità di provvedere alla loro immediata eliminazione.
L’uomo è stato quindi immediatamente dichiarato in arresto con l’accusa di commercio di sostanze alimentari nocive, mentre il pesce rinvenuto è stato distrutto.
Quello di oggi è l’ennesimo caso di pescatori intenti a vendere illegalmente prodotti ittici privi di qualsiasi certificazione sanitaria e conservati in condizioni a dir poco incredibili. Pratica che sta venendo giornalmente contrastata con mirati servizi da parte degli uomini dell’arma che, negli ultimi mesi, hanno già arrestato numerosi improvvisati imprenditori del settore.

Roma: sequestro di pesce, la Polizia lo dona in beneficenza

ROMA 11 Febbraio 2010 – Hanno acquistato ieri e l’altro ieri il carico di prodotti ittici da alcuni pescatori appena rientrati nel porto Canale di Fiumicino per rivenderlo al dettaglio sulla banchina del porto stesso senza possedere alcuna licenza per il commercio.

Ma ieri pomeriggio, alla vista delle motovedette della Squadra Nautica della Polizia di Stato, gli abusivi hanno abbandonato sulla banchina 26 casse di pesce, che sono state recuperate dai poliziotti, pari a circa 155 Kg, per poi darsi alla fuga.

Il medico veterinario della A.S.L. contattato dagli Agenti della Polizia di Fiumicino per i necessari accertamenti, ha dichiarato il contenuto di 23 casse di pesce, pari a 140 Kg, commestibile; invece il contenuto delle rimanenti 3, pari a 15 Kg, non è risultato idoneo al consumo umano diretto.

Pertanto 140 Kg di pescato sono stati donati dal personale della Squadra Nautica della Questura al banco alimentare del Lazio di Ciampino, associazione ONLUS senza fine di lucro, mentre i restanti 15 Kg. sono stati donati ad associazioni animalistiche.