Archivi tag: Ragusa

Festival delle Relazioni. Da domani arte cultura e testimonianza all’insegna del dialogo

Festival delle relazioni - cafiso robustelliRagusa, 13 giugno 2016 – Domani, 14 giugno alle ore 19 presso l’auditorium Cartia gli studiosi Nello Dell’Agli e Margherita Spagnuolo Lobb relazioneranno sui temi “Tra la fatica e il piacere di conoscersi” e “Percorsi di interiorità tra bellezza e dolore”. Dell’Agli è teologo, biblista e psicoterapeuta molto apprezzato. Margherita Spagnuolo Lobb è psicologa, psicoterapeuta, dal 1979 dirige l’Istituto di Gestalt HCC. 

Al termine dell’incontro si terrà la premiazione dei vincitori del concorso letterario e di artwork correlato al Festival. 

Giorno 15 giugno a Palazzo Garofalo alle ore 19 verrà inaugurata l’istallazione multimediale “Stanza della meditazione” a cura di Giampiero Carta. 

Alle 19,30, in piazza San Giovanni l’attore e regista Moni Ovadia incontra il pubblico per un momento dal titolo “Stranieri e viandanti nel mondo e nel mondo interiore”. Ovadia è artista di grande spessore. Filo conduttore dei suoi spettacoli e della sua vastissima produzione discografica e libraria è la tradizione composita e sfaccettata, il “vagabondaggio culturale e reale” proprio del popolo ebraico. 

Al termine, spazio alla grande musica con Francesco Cafiso, jazzista di fama mondiale che omaggia il Festival con una performance in trio che vedrà impegnato anche il pittore Giovanni Robustelli nell’esecuzione live di un’opera pittorica su tela. 

Il Festival prevede la celebrazione in due momenti della Giornata del Rifugiato. La primasi svolgerà il 20 giugno presso il Centro polifunzionale interculturale di viale Colajanni con l’organizzazione della Caritas diocesana di Ragusa. Prevista la presenza di due importanti relatori: Claudio Bertolotti, analista strategico indipendente, si occupa principalmente di questioni politiche, militari e religiose relative all’Afghanistan contemporaneo “Rotte, fondamentalismi islamici e possibili contaminazioni” il tema del suo intervento. A seguire “Diario dalla Siria”, testimonianza di Suor Deema Fayyad della comunità monastica di Deir Mar Musa. Suor Deema Fayyad appartiene alla comunità fondata in Siria da Padre Paolo Dall’Oglio, sacerdote gesuita rapito nel 2013. 

Il 21 giugno, infine, al Centro Gerico di Vittoria, il Festival chiude i battenti con una serata dedicata all’Arte profuga con il diretto coinvolgimento degli ospiti dei centri SPRAR e momenti di teatro, musica e danza. 

Il progetto è promosso dalla Fondazione San Giovanni Battista in collaborazione con la Diocesi di Ragusa, il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, gli enti locali titolari dei progetti SPRAR, l’Istituto comprensivo Vann’Antò, la cooperativa Filotea.

L’ingresso a tutti gli appuntamenti è libero.

Referendum costituzionale del Marocco

Referendum per la revisione costituzione in Marocco del 1° luglio 2011: Rosolini sede di seggio elettorale per i cittadini del Marocco residenti nella zona sud di Siracusa e Ragusa

ROSOLINI (SR) 29 Giugno 2011 – Dal Marocco, tramite il Consolato Generale di Palermo, arriva un encomio ufficiale per la Città di Rosolini, per l’alto senso di sensibilità mostrata  verso gli extracomunitari ed in particolare la Comunità marocchina stabilita nel territorio. Ad ulteriore testimonianza di stima verso il Comune di Rosolini, il Console Generale del Regno del Marocco ha formalmente invitato l’Amministrazione Comunale a mettere a disposizione un locale  da adibire a seggio elettorale per la consultazione referendaria  per la revisione costituzione del Marocco prevista per domenica 3 luglio 2011. Il seggio rosolinese accoglierà tutti i cittadini marocchini regolari residenti nei comuni della zona sul delle provincie di Siracusa e Ragusa. Nell’esprimere soddisfazione il sindaco Savarino afferma: “ La scelta operata dal Consolato Generale del Marocco è la risposta concreta agli sforzi profusi dalla nostra città nei confronti degli ex comunitari ed in particolare della comunità marocchina per una migliore loro integrazione”.

 

Evasione fiscale scoperta dalla Guardia di Finanza iblea

RAGUSA 14 Giugno 2011 – La quotidiana lotta condotta dalla Guardia di Finanza di Ragusa contro l’evasione fiscale ha permesso ai militari del Nucleo di Polizia Tributaria di constatare violazioni amministrative per circa 2,5 milioni dieuro.

In particolare, le verifiche condotte nei confronti di una società vittoriese e di una cooperativa di Comiso, entrambe operanti nel trasporto su strada di prodotti ortofrutticoli, ha portato alla scoperta di cospicui redditi sottratti al fisco.

Utilizzando fatture per operazioni inesistenti emesse da una ditta compiacente, negli anni 2006 e 2007 la società ipparina ha infatti contabilizzato costi fittizi per quasi 1,2 milioni di euro, abbattendo indebitamente il proprio reddito e non pagando le relative imposte.

La cooperativa comisana ha invece omesso di dichiarare nel 2009 redditi per oltre 400.000 euro ed IVA per quasi 200.000, “dimenticando” altresì di versare, relativamente alle vendite regolarmente annotate, circa 650.000 euro di Imposte sul Valore Aggiunto.

Il settore dell’autotrasporto è sottoposto da parte della Guardia di Finanza ad un continuo monitoraggio in quanto è particolarmente delicato e funzionale alle attività di maggior rilievo della provincia.

Tali violazioni amministrative sono state concordate con l’Agenzia delle Entrate, che provvederà alle relative conseguenti procedure, mentre i rappresentanti legali delle due imprese sono stati denunciati alla competente Autorità Giudiziaria per violazione delle vigenti norme penali-tributarie (Decreto Legislativo nr.74 del 2000).