Archivi tag: Sindaco Antonino Savarino

Rosolini: sottoscritta la convenzione con il Centro Studi Culturale – Parlamento della Legalita’

Rosolini: sottoscritta la convenzione con il Centro Studi Culturale  - "Parlamento della Legalità” ROSOLINI 04 Dicembre 2010 – Dando esecuzione alla delibera di Giunta Comunale n. 248 del 29 novembre scorso, con il quale il Comune di Rosolini aderisce al “Centro Studi Culturale – “Parlamento della Legalità” con sede a San Cipirello (PA)” , stamani si è proceduto alla sottoscrizione di un protocollo di intesa tra le parti. In una Sala Giunta gremita di studenti del 1° Istituto Superiore “Archimede” (Liceo Scientifico e Itis), amministratori e funzionari comunali, il Sindaco Antonino Savarino e il prof. Nicolò Mannino, Presidente del Parlamente della legalità, hanno apposto ufficialmente la loro firma al protocollo d’intesa. Un protocollo di intesa, come hanno tenuto a ribadire sia il sindaco Savarino che il prof. Mannino, che prevede un impegno congiunto tra la parti e ad instaurare una collaborazione scientifico – cultuale a promuovere ed organizzare manifestazioni, convegni, seminari e incontri di studio su problemi della legalità nella società contemporanea e approfondire le tematiche attinenti il fenomeno della criminalità organizzata mafiosa nei suoi aspetti economici, giuridici e sociali. Il protocollo d’intesa avrà la durata triennale.

Rosolini: cerimonia di intitolazione acquedotto comunale a “ Francesco Giunta”

Rosolini: cerimonia di intitolazione acquedotto comunale a “ Francesco Giunta” ROSOLINI 03 Dicembre 2010 – Tanti i presenti stamattina alla cerimonia di intitolazione dell’acquedotto comunale di via S.Alessandra a “Francesco Giunta” il giovane rosolinese tragicamente scomparso a seguito di un incidente stradale la scorso mese di maggio e divenuto emblema della cultura della solidarietà e dell’altruismo onorando Rosolini e i suoi cittadini, per il nobile gesto di donazione degli organi compiuto dalla sua famiglia. Presenti Autorità civili, militari e religiose tra le quali il Sindaco e la Giunta Comunale, il parlamentare regionale on. Pippo Gennuso, genitori e familiari del giovane Francesco, don Angelo Giurdanella, Vicario Generale della Diocesi, i Presidenti dell’Aido regionale e provinciale. Ad inizio cerimonia gli interventi della professoressa Giuseppina Milceri, presidente dell’Archeoclub di Rosolini e cultrice di storia patria, con alcuni cenni storici dell’immobile, la cui realizzazione risale a 100 anni fa, ovvero nel 1910, e del referente comunale del servizio idrico Tino Scala sulla funzionalità del serbatoio. A seguire gli interventi dei rappresentanti Aido che si sono soffermati sulla importanza della donazione degli organi. L’on Gennuso da parte sua ha ringraziato da una parte gli amministratori comunale per la sensibilità mostrata e dall’altra ancora una volta messo in risalto il nobile gesto compiuto dai genitori dello sfortunato giovane. Ad illustrare i motivi della scelta di intitolare l’immobile al giovane Francesco Il Sindaco Savarino. “L’edificio ha distribuito e distribuisce l’acqua emblema di vita alla città –ha detto il Sindaco Savarino – così come Francesco con la donazione dei suoi organi ha dato una vita migliore a chi li ha ricevuto, dunque entrambi accumunati dal “dono della vita”. Toccante infine l’intervento di una familiare di Francesco che ha ringraziato gli amministratori e la città intera per il sostegno ricevuto e la sensibilità mostrata nei loro confronti. A scoprire la lapide i genitori del giovani mentre don Angelo Giurdanella ha proceduto alla benedizione.

Rosolini: il 4 Novembre nel centro elorino

4 novembre 2010 a Rosolini (SR) ROSOLINI 04 Novembre 2010 – Solenne cerimonia oggi in occasione della ricorrenza del 4 novembre organizzata dall’Amministrazione Comunale, di concerto con l’Associazione Combattenti e Reduci di Rosolini. La manifestazione ha visto la presenza di una grossa rappresentanza di alunni di ogni ordine e grado nonché Autorità Civili, Militari e Religiose. Tra queste l’assessore provinciale Franco Latino in rappresentanza dell’Ente, il Comandante la Stazione Carabinieri maresciallo Rosario Avila e il Comandante la P.M. Giuseppe Morana. Dopo il concentramento in piazza Garibaldi, tutti in Chiesa Madre dove il parroco don Bruno Carbone ha celebrato una Santa Messa in suffragio dei Caduti di tutte le guerre. Al termine deposizione di corone d’alloro sulla lapide del Milite Ignoto posta sulla facciata esterna del Palazzo di Città e al monumento ai Caduti di tutte le guerre e alla pace. Qui, ci sono stati discorsi celebrativi da parte del Sindaco Antonino Savarino, dell’assessore provinciale Franco Latino e del Presidente dell’Associazione Combattenti e Reduci di Rosolini, cav. Corrado Pascalino. Nei vari interventi, rimarcato l’eroismo di tanti militari e soldati durante il conflitto mondiale ed il loro sacrificio per sancire definitivamente il compimento della Unità Nazionale. Al termine consegna dei Diplomi di Benemerenza ai nuovi iscritti e simpatizzanti dell’ Associazione Combattenti e Reduci.