Archivi tag: Sindaco Corrado Calvo

“Corsa della Solidarietà”: gli alunni dei tre Istituti Comprensivi cittadini insieme per una grande festa di sport all’insegna della solidarietà

Rosolini, 04 Maggio 2017 – Tutti  in corsa all’insegna della solidarietà. Protagonisti della manifestazione “Corsa della Solidarietà” promossa dall’Istituto Comprensivo “D’Amico” e patrocinata dall’Amministrazione Comunale di Rosolini, i ragazzi di tutti e tre gli Istituti Comprensivi cittadini, “D’Amico”, De Cillis” e “S.Alessandra”. Per l’occasione  gli atleti in rappresentanza degli Istituti oltre a prendere parte alle varie gare programmate, hanno consegnato  alla Caritas cittadina i doni raccolti in occasione dell’attività sportiva svolta nel corso dell’anno scolastico nelle rispettive scuole. Dopo il concentramento presso il Parco Giovanni Paolo II, tutti in Piazza Garibaldi per il saluto istituzionale del Sindaco e dei Dirigenti Scolastici, la consegna dei doni e la  premiazione dei vincitori dei varie gare. Nel corso del suo intervento  il Sindaco Corrado Calvo  ha rimarcato la valenza del gesto e il   messaggio simbolico di solidarietà che le scolaresche cittadine  hanno voluto lanciare. “Una bella iniziativa  – ha affermato il Sindaco – soprattutto quando vede coinvolte le scolaresche in gesti concreti di solidarietà e per questo ringrazio tutti, alunni, dirigenti e docenti  che si sono adoperati per la realizzazione della manifestazione. I valori della solidarietà, spesso in discussione negli ultimi tempi, oggi sono stati messi in evidenza in questa manifestazione per cui non posso che esprime tutto il mio personale compiacimento e di tutta l’Amministrazione Comunale che ha voluto patrocinare l’evento.  Attraverso i giovani, attraverso il mondo scolastico – ha concluso il Sindaco – possiamo sempre più fare in modo che  la solidarietà diventi parte integrante del nostro stile di vita. E il gesto di oggi da parte di tutte le scolaresche di donare alla Caritas cittadina beni di prima necessità da destinare alle fasce più deboli non è  altro che una concreta testimonianza di solidarietà  verso quelle persone che purtroppo vivono in condizioni economiche disagiate” .   

La solidarietà di Rosolini al popolo francese: proclamato il lutto cittadino, bandiere listate a lutto e tricolore francese a Palazzo di Città

ROSOLINI (SR) 15 Novembre 2015 – Anche la Città di Rosolini si è mobilitata dopo gli attacchi terroristici di Parigi con diverse iniziative di solidarietà. Oltre alla bandiere  listate a lutto e tricolore francese a Palazzo di Città,  la Giunta Comunale, presieduta dal Sindaco Corrado Calvo, nel corso di una seduta straordinaria, ha deliberato per domani il lutto cittadino

«La  tragedia che ha colpito la Francia  – afferma il Sindaco Calvo – ci riguarda tutti, colpisce ognuno di noi. Per questo motivo l’Amministrazione Comunale  si stringe al popolo francese, in questo drammatico momento. È una tragedia che lascia sgomenti, una ferita inferta nel cuore non solo della Francia ma dell’intera Europa, per colpire i valori fondamentali di libertà, uguaglianza, solidarietà. Ma è proprio attraverso la difesa di questi valori che dobbiamo reagire alla barbarie, pur in un momento estremamente complesso e difficile da gestire. Oggi, più che mai, occorre che tutto il mondo civile sia unito, senza distinzione di nazionalità e di ideologie, nella difesa della civiltà e dei valori democratici. Tutti– conclude il Sindaco – abbiamo  il dovere di impegnarci per costruire un mondo migliore e ad opporci a chi vuole seminare odio e terrore».

Tumulate stamane le salme dei 10 cittadini extracomunitari vittime del naufragio del 18 aprile scorso

ROSOLINI (SR) 13 Novembre 2015 – Una solenne e commovente  cerimonia è stata celebrata stamane nel Cimitero di Rosolini  per onorare e dare una degna sepoltura a dieci dei migranti annegati in mare durante la traversata nel Mediterraneo. Le bare  sono state allineate lungo tutto il sagrato della cappella dove è stato celebrato il rito funebre. Assieme al Sindaco Corrado Calvo, presenti il Vice Prefetto Vicario dott.ssa. Caterina Minutoli, Autorità civili e militari, i parroci delle Parrocchie, Associazioni, una folta rappresentanza della comunità di extracomunitari guidati dall’Imam, Dirigenti, docenti e  studenti  e tanti cittadini.

La cerimonia si è svolta con la lettura di un brano del Vangelo da parte del parroco della Chiesa Madre ed una preghiera in lingua araba recitata dall’Imam. Un concetto è stato chiaro nei vari interventi che si sono susseguiti: “Indipendentemente dal nostro credo, nazionalità, razza, questi morti sono prima di ogni cosa esseri umani, in  fuga da una situazione disperata, alla ricerca della libertà e di una vita migliore”. A conclusione della cerimonia,  la tumulazione delle dieci bare nel piccolo campo di inumazione opportunamente predisposto nei pressi della cappella.

Parole di gratitudine al Sindaco e alla Città da parte del  Vice Prefetto Vicario dott.ssa. Caterina Minutoli, a nome di Sua Eccellenza il Prefetto, assente per impegni istituzionale ma che comunque si è sentito  telefonicamente con il primo cittadino, ringraziandolo. «Ringrazio il Comune di Rosolini – ha avuto modo di affermare la dott.ssa Minutoli – a nome di Sua Eccellenza il Prefetto,  per la disponibilità mostrata nell’accogliere l’invito lanciato a tutti i Sindaci della Provincia, per cui la nostra presenza oggi era importante. Sappiamo tutti come il fenomeno dell’immigrazione ha dei risvolti pesanti sia nell’accoglienza  facendo il meglio, nel pieno rispetto delle persona umana, sia come,  purtroppo in questo caso, accogliendo le salme di chi non è riuscito a farcela».

Il Sindaco Calvo nel suo intervento ha ancora evidenziato la grande disponibilità e sensibilità che mostra la Città  in tutte le circostanze in cui viene  chiamata ad un gesto di solidarietà. «Quella di oggi – ha affermato il Sindaco –  è stata una cerimonia toccante e partecipata. La disponibilità  della comunità rosolinese, che mi onoro di rappresentare,  nell’accogliere le dieci salme di cittadini extracomunitari chi così tragicamente hanno perso la vita in mare, per dare loro la giusta sepoltura è un grande gesto che la conferma come “città dell’accoglienza”. E’ stato un momento forte e di grande commozione che ci deve portare tutti a riflettere sul dramma legato all’immigrazione, dalle Istituzioni al semplice cittadino. Una tragedia immane che il Governo e tutta l’Europa deve affrontare con determinazione».

«Noi – conclude il Sindaco – nel nostro piccolo,  abbiamo dato il nostro contributo, dando la giusta sepoltura a queste persone che purtroppo sono diventati dei numeri, privi di un nome, di una nazionalità. Un gesto che è sicuramente motivo di grande orgoglio per tutta la Città».

Le salme erano arrivate nel pomeriggio di l’altro ieri a bordo di carri funebri messi a disposizione delle tre agenzie operanti in città ed accolte dallo stesso primo cittadino.  

Nelle scorse settimane il Prefetto di Siracusa aveva rivolto a tutti i primi cittadini dei Comuni della Provincia di mettere a disposizione dei posti al Cimitero Comunale per la tumulazione di salme di cittadini extracomunitari annegati in mare durante la traversata nel Mediterraneo il 18 Aprile di quest’anno.

Il Comune di Rosolini ha dato  la disponibilità della Città ad ospitare,  presso il Cimitero Comunale, dieci salme tumulate oggi nel piccolo campo di inumazione opportunamente predisposto nei pressi della cappella.